Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Arezzo, cartellonistica stradale come al Bagnoro in tutte le frazioni

Francesca Muzzi
  • a
  • a
  • a

Al Bagnoro da tre anni, c’è una cartellonistica stradale davvero semplice, ma soprattutto efficace “perché rende facile ritrovare le case sia per i mezzi di soccorso, ma anche per tutti gli altri”. A dirlo sono Giovanni Donati e Alessandro Caneschi, consiglieri comunali del Pd che oggi suggeriscono: “Utilizziamola anche per le altre frazioni”. In totale, nel comune di Arezzo, ci sono 49 frazioni alcune delle quali non hanno numeri civici o strade segnalate. “Purtroppo alcune frazioni hanno avuto uno sviluppo costruttivo tale - dice Giovanni Donati - che sono nate in posti dove solo successivamente è arrivata la segnaletica”. Oppure non è arrivata affatto. Come nel caso di Indicatore dove i residenti ancora sono a combattere nel dare indicazioni. Al Bagnoro invece dal 2018 c’è una cartellonistica che facilita il raggiungimento delle abitazioni non solo da parte dei mezzi di soccorso, la fattispecie ovviamente più rilevante, ma anche di altri servizi come i corrieri. “I cartelli di cui parliamo - dicono Donati e Caneschi - numerici e collocabili all’altezza delle intersezioni laterali lungo la strada principale, sono geo-riferiti e per un’ambulanza, tanto per restare al caso che più sta a cuore ai cittadini, è sufficiente inserire le coordinate per raggiungere il luogo da cui, ad esempio, proviene una chiamata. Non stiamo parlando di indirizzi o numerazione civica per cui patenti, passaporti e carte di identità non vengono coinvolti”. “Sappiamo bene che le frazioni - proseguono - sono diverse tra loro nella conformazione morfologica e distribuzione urbanistica, così come sappiamo che la soluzione perfetta è sempre da raggiungere, tuttavia crediamo anche che siano accomunate da una numerazione civica che non segue la logica del centro e da una ‘sotto-toponomastica’ che complica ulteriormente le cose, basti pensare a Battifolle o Rigutino, e che una buona idea rappresenta sempre un punto di partenza”. La stessa cartellonistica che c’è al Bagnoro presto sarà anche posizionata a Pratantico. E durante l’ultimo consiglio comunale è stato approvato l’atto di indirizzo: “Esprimiamo soddisfazione per l’approvazione dell’atto di indirizzo sulle frazioni avvenuta nel corso dell’ultimo Consiglio Comunale - fanno sapere ancora Donati e Caneschi - Fa inoltre piacere che dai banchi della maggioranza sia stato colto lo spirito costruttivo delle premesse e del dispositivo, frutto di una considerazione se vogliamo molto banale: perché non sfruttare per altre situazioni ciò che funziona bene per una? Confidiamo adesso nell’impegno assunto dall’assessore Alessandro Casi che si è detto disponibile ad approfondire il progetto e a trovare la soluzione”.