Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

L'attrice Usa Christine Baranski (avvocato in The Good Wife) compra casa in Val di Chio

Piero Rossi
  • a
  • a
  • a

Il mondo del cinema trasloca in Val di Chio (Castiglion Fiorentino). Forse stanchi di Hollywood, di Cannes, di Cinecittà, i divi del grande schermo prendono casa nella valle attraversata dal Vingone, sulle colline coperte di ulivi, querce e castagni, abitate dalla volpe, dal lupo, dal cinghiale, anche dalla lince.

L'ultima arrivata è l'attrice americana Christine Jane Baranski Cowels, molto famosa negli Stati Uniti per la sua partecipazione a molti film e serie televisive, ma conosciuta anche da noi, per il suo ruolo nella serie di successo The Good Wife, dove impersona l'Avvocato Diane Lockhart. Quando nel mese di maggio alcuni proprietari valligiani hanno ricevuto la comunicazione del preliminare per l'esercizio del diritto di prelazione agraria, nessuno si è reso conto di chi era questa Baranski in arrivo come nuova confinante. Presto, tuttavia, potrà capitare di incontrarla in giro, al supermercato o al bar, al ristorante o a passeggio sulla “greppa” del rio, e allora qualcuno si chiederà “Ma dove l'ho vista!?”.

Si diceva prima del forte legame tra Castiglioni e mondo del cinema. Le iniziative della Assessorato alla Cultura hanno portato in paese molti personaggi del cinema italiano, che spesso sono tornati anche per soggiorni privati. Da tempo è cittadino della Val di Chio il regista francese Olivier Assayas, che possiede una casa a Gaggioleto. Ora, poco più in su si insedia Christine Jane Baranski Cowels, che diventa proprietaria della Caorta, una costruzione restaurata da pochi anni, spettacolare, in posizione elevata, vista mozzafiato sulla Val di Chio. La Caorta fu una delle prime proprietà a finire in mano straniera, qualche decennio fa.

Quando il primo acquirente decise di andarsene, disse che la vallata, rispetto a quando lui era arrivato, era divenuta troppo illuminata. Successivamente la proprietà passò a Giuliano Da Empoli, uno dei maggiori collaboratori di Matteo Renzi a Firenze, poi trasferitosi a Parigi. Una agenzia straniera che negli anni ha piazzato molte delle incantevoli strutture della valle è stata il tramite per l'acquisto da parte della Baranski: “compromesso” il 2 maggio, per il compleanno dell'attrice, atto notarile in questi giorni.

L'acquisto della proprietà è destinato ad una delle figlie dell'attrice, Isabel; Christine verrà a Castiglioni in autunno, perché attualmente è impegnata nelle registrazioni di una importante serie televisiva americana. Con tutti questi cineasti in giro, ci sta che ne venga fuori un film con ambientazione valligiana: dalla Caorta a Gaggioleto ci corre poco in linea d'aria e chissà che prima o poi Assayas e la Baranski non si incontrino lungo qualche sperduto sentiero e non decidano per una pellicola in loco, senza spostarsi tanto: “Petreto … Petreto”, “The good sposa”, “Assassinio sul Rio de Caciolo” sono titoli che potrebbero avere un certo appeal.