Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Arezzo, Santo Spirito comincia il 1 luglio a festeggiare la Lancia d'Oro: tutte le date della festa

Francesca Muzzi
  • a
  • a
  • a

Dopo la fatica, i festeggiamenti. Santo Spirito si prepara a celebrare la Lancia d’oro vinta nell’edizione notturna del Saracino di giugno e dedicata all’istituto Thevenin. La Lancia numero 38 che colloca il quartiere della Colombina a pari merito con Porta Crucifera nell’albo d’oro. Si comincia dunque venerdì, primo luglio, in Duomo quando il quartiere renderà omaggio con il Te Deum. Alle 19.15 sfileranno figuranti e giostratori per le strade di Arezzo fino a salire in Duomo dove ad attenderli ci sarà don Alvaro Bardelli. Dopo la cerimonia religiosa il quartiere farà ritorno ai Bastioni per consumare la prima cena. La cena della vittoria vera e propria invece ci sarà sabato 23 di luglio, come sempre in piazza San Jacopo per fare festa con tutto il quartiere gialloblu. Comincia dunque il mese dedicato al vincitore della Lancia d’oro dell’edizione in notturna. Il quartiere di Porta Santo Spirito, grazie Scortecci e Cicerchia, prepara i dovuti brindisi dopo una Giostra che, come detto, ha visto la Colombina arrivare fino in cima e appaiare Colcitrone nell’albo d’oro. Poi ci sarà tempo per pensare all’edizione di settembre che arriverà la prima domenica del mese dove ogni quartiere cercherà di correre ai ripari chi ha fallito l’edizione di giugno e di trovare conferme chi invece in questa edizione ha trionfato. E la Giostra di settembre sarà anche l’ultima - probabilmente - dove la premiazione avverrà dal balcone. Dal prossimo anno si cambia. Niente più premiazione sul balcone, ma una nuova soluzione che per il momento è al vaglio degli organizzatori. 
Il balcone - privato - dato in prestito dal 2016, non sarà più disponibile per una serie di motivazioni. La stessa Giostra del Saracino sta trovando delle alternative. Un tempo la consegna della Lancia d’oro veniva fatta in tribuna, ma dopo una serie di spinte e spintoni anche al sindaco che premiava, Alessandro Ghinelli decise di spostarla sul balcone lontano dalla folla. Chissà se dal prossimo anno tornerà in tribuna come accadeva prima del 2016. Certo è che una soluzione o in un modo o nell’altro deve essere trovata. A cominciare da giugno del 2023.