Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Arezzo, riapre il ristorante al cinema Eden dopo cinque anni e arrivano i giapponesi

Francesca Muzzi
  • a
  • a
  • a

Riapre il ristorante all’interno del cinema Eden. Lo farà lunedì 11 luglio con una nuova veste e dopo cinque anni dalla chiusura del locale. Stavolta non c’entrano il Covid e la pandemia. Era il 2017 quando il ristorante decise di chiudere i battenti e da allora nessuno aveva più pensato a rimetterci piede. Fino a quando Alex Dong non ha deciso di sfidare il periodo e anche la location per aprire un sushi. Che “non sarà il solito ristorante di sushi”, specifica, “ma qualcosa di innovativo”. E cerca personale. Figure qualificate come barman e sommelier, ma anche camerieri. Alla fine meno di dieci persone da inserire nello staff che attualmente è formato da tre soci, tutti stranieri. Alex però, non è un novellino in fatto di cucina e gestione dei locali. “Ho già il ristorante Zenzero che si trova a Montevarchi”. Sul sito del locale c’è scritto “l’Asia incontra la Toscana”. “Perché abbiamo fatto della qualità delle materie prime – dice Alex – la nostra forza. La nostra cucina punta sulla varietà delle portate e sulla qualità delle materie prime, dove i protagonisti sono la carne, il pesce, le zuppe e molto altro”. Ma che cosa propone il nuovo ristorante che apre lunedì in città? “Abbiamo uno spazio dedicato agli aperitivi a base di sushi, uno alla tipologia All you can eat, ma la vera novità sarà lo spazio ‘omakase’. Una tipologia che in Italia ne conta solo tre di ristoranti. Di cosa si tratta? Praticamente si lascia allo chef carta bianca sulla scelta delle pietanze da fare servire a tavola per chi non sa quali piatti selezionare dal menù. E quindi sarà lo chef che deciderà il percorso culinario da seguire. Una nuova tipologia che in Italia è arrivata da poco e che vogliamo proporre ad Arezzo”. L’ambiente, di proprietà di Carlo Mazzi, ex amministratore di Prada, è stato completamente ristrutturato grazie alla super visione del geometra Francesco Bruno e del team Ispirito Architecture: “Abbiamo dato davvero più di una rinfrescata a tutto ciò che era stato chiuso per cinque lunghi anni. Un grande lavoro di squadra che speriamo, tra qualche giorno gli aretini possano apprezzare”. E in tutto questo Alex, insieme ai suoi tre soci, cercano anche personale. “Figure professionali come barman, sommelier, perché avremo anche una carta dei vini e circa tre camerieri, tutti da inserire nel proprio organico”. Un ristorante che funzionerà sia in estate, ma anche in inverno. Uno spazio che riprende vita. Un altro passo verso il ritorno alla normalità.