Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Arezzo, chiedono offerte per l'Ucraina ed entrano in casa di un'anziana poi la derubano

  • a
  • a
  • a

Non erano bravi ragazzi, ma ladri. In due sono entrati in casa di una anziana e con la scusa di chiedere offerte per l’Ucraina hanno fatto razzia di oggetti di valore. E’ successo venerdì pomeriggio nel centro abitato de La Nave, frazione di Castiglion Fiorentino. Autori del furto sono due giovani arrivati a bordo di uno scooter, sul quale sono poi saliti per dileguarsi con la refurtiva. Hanno portato via gli ori trovati nell’abitazione della donna presa di mira. Mentre uno distraeva la signora, l’altro girava per le stanze aprendo cassetti in cerca di qualcosa da asportare. I due sono arrivati come avvoltoi dopo che l’anziana, ultraottantenne, era rimasta sola. Si sono presentati alla porta riferendo di essere impegnati in una raccolta di fondi per la popolazione dell’Ucraina attaccata dalla Russia. La donne avrebbe risposto loro che non aveva disponibilità di denaro liquido in quel momento. E’ nata una conversazione con uno dei ragazzi che forse la malcapitata riteneva essere giovani effettivamente impegnati nella colletta. Invece, il disegno criminoso prevedeva che l’altro sgusciasse all’interno della casa per fare man bassa di cose di valore. L’anziana si è accorta di essere stata derubata dopo che i due erano usciti e si erano allontanati con lo scooter. Grande amarezza e sconforto nel verificare la sparizione di gioielli, cari per valore affettivo ed economico. Indagini. I parenti hanno divulgato la notizia dell’accaduto anche sui social affinché circoli l’informazione che sono in giro persone senza scrupoli che cercano di ingannare la gente - soprattutto gli anziani, più fragili - per mettere le mani su oro o soldi. Il furto avvenuto a La Nave deve suonare da campanello d’allarme: diffidare degli sconosciuti che si presentano alla porta di casa e segnalare al 112 i movimenti sospetti.

Lu.Se.