Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Arezzo, Fratelli d'Italia contro Ghinelli dopo appello a Draghi a restare: "Il sindaco rappresenti anche chi vuol andare al voto"

  • a
  • a
  • a

Scintille nella maggioranza di centrodestra che governa la città di Arezzo. Fratelli d'Italia non ha gradito l'adesione del sindaco Alessandro Ghinelli all'appello rivolto al premier Mario Draghi affinché vada avanti nel suo lavoro alla guida del governo. Con un breve post sul profilo Facebook, il partito della Meloni esprime il suo disappunto e chiede rispetto per le varie componenti della coalizione. Questo il messaggio di FdiI:

"Fratelli d’Italia non condivide e prende le distanze dalle dichiarazione espresse dal Sindaco Alessandro Ghinelli. Il sindaco deve rappresentare tutti i cittadini, compresi coloro che vogliono legittimamente andare al voto oltre che la sua stessa maggioranza. Tutta."

In precedenza il sindaco Alessandro Ghinelli, al suo secondo mandato a Palazzo Cavallo, aveva scritto:

"CRISI DI GOVERNO. LETTERA APERTA A MARIO DRAGHI 

Ho firmato subito la lettera aperta sulla crisi di governo in atto che oggi i sindaci hanno indirizzato a Mario Draghi. Un appello comune e convinto per chiedere allo stesso Draghi di andare avanti in un momento particolarmente delicato per il nostro Paese, al quale si unisce quello al richiamo alla responsabilità rivolto a tutte le forze politiche. I sindaci, più di ogni altro hanno contezza delle difficoltà e dei problemi che il Paese sta vivendo, vicini come sono, per il ruolo che rivestono, alle comunità che rappresentano. Abbiamo bisogno di certezze e stabilità, e in questo momento Mario Draghi è la figura che più le rappresenta".