Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Arezzo, calciatore morto in incidente: condannato automobilista per il sorpasso che provocò lo scontro

  • a
  • a
  • a

Condannato a due anni e mezzo Raffaele C.,, 54 anni, l'automobilista che con un sorpasso pericoloso al volante di una Porsche avrebbe causato l'incidente costato la vita a Gianmarco Brandini, giovane calciatore del Valdarno. Il processo per omicidio stradale è stato celebrato con rito abbreviato davanti al gup Claudio Lara che oggi, giovedì 21 luglio 2022, ha accolto la richiesta del pm Chiara Pistolesi.

Era il 28 maggio 2021 sulla provinciale 5, zona Poggilupi, quando Brandini, 21 anni, con la sua Mazda andò a scontrarsi frontalmente con un'altra vettura che procedeva nell'opposto senso di marcia. L'impatto fu violento e per il giovane calciatore non ci fu scampo.

Le indagini e le perizie hanno accertato che Brandini sterzò bruscamente per evitare la collisione con una Porsche che stava sopraggiungendo nell'altro senso e che aveva effettuato un sorpasso vietato alla fila di auto.

Per scongiurare l'impatto Brandini invase l'altra corsia ma andò a urtare con un'altra vettura, il cui conducente è stato poi archiviato rispetto ad ogni contestazione: procedeva a 30 e non poteva evitare l'incidente. Alla lettura della sentenza era presente l'imputato e c'erano i genitori del 21enne morto. Alla parte civile, con l'avvocato Alessandro Calussi, riconosciuti 30 mila euro per il padre e 20 mila per la sorella.