Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Cordoglio per la scomparsa del docente e studioso Luca Serianni: aveva insegnato ad Arezzo

  • a
  • a
  • a

Cordoglio del rettore dell’Università di Siena Francesco Frati e della comunità accademica per la scomparsa dello studioso della lingua italiana Luca Serianni, avvenuta a Roma a seguito di un tragico incidente. Serianni aveva insegnato all’Università di Siena negli anni Settanta, dove aveva avuto l’incarico di insegnamento di Storia della lingua italiana nell’allora facoltà di Magistero di Arezzo (1974-75). Luca Serianni, fra i massimi linguisti e storici della lingua italiana degli ultimi cinquant’anni, si è spento il 21 luglio all’età di 74 anni.

Allievo di Arrigo Castellani, è stato dal 1980 professore ordinario e poi emerito all’Università di Roma La Sapienza. Accademico dei Lincei e della Crusca, è stato insignito della laurea honoris causa dall’Università di Valladolid nel 2002 e dall’Università Nazionale Capodistriana di Atene nel 2019. Direttore delle riviste Studi linguistici italiani e Studi di lessicografia italiana, Serianni è stato tra i maggiori studiosi di storia linguistica italiana antica e moderna.

Della sua straordinaria operosità scientifica fanno fede le circa 400 pubblicazioni che lascia in eredità agli studenti e studiosi di oggi e di domani. Oggi nella sede universitaria di Arezzo del Dipartimento Filologia e critica delle letterature antiche e moderne insegnano due suoi allievi, i professori Giuseppe Patota e Alessio Ricci. Luca Serianni era cittadino onorario di Bibbiena. Come ricordato dall’amministrazione del centro casentinese, il 18 aprile 2005 il consiglio comunale si era espresso per il conferimento della cittadinanza onoraria al docente universitario.