Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Arezzo, uomo trovato a dormire dentro al liceo. "Da ragazzo era la mia scuola"

Esplora:

Luca Serafini
  • a
  • a
  • a

Caldo, alcol e nostalgia. E’ il probabile mix che ha spinto un maturo signore aretino a entrare abusivamente nei locali del Liceo scientifico Redi di Arezzo nel cuore della notte per utilizzare le aule come albergo. L’episodio è successo in via Redi. Erano le 3 quando una guardia giurata in servizio per vigilare anche sull’edificio scolastico, ha notato qualcosa di strano. Il liceo era abitato: qualcuno si era introdotto attraverso una finestra. E’ così partita la segnalazione ai carabinieri ed una pattuglia dei militari della Compagnia di Arezzo ha raggiunto l’edificio. La persona che aveva scelto lo Scientifico per dormire è stata facilmente avvicinata e identificata. Non ha avuto reazioni sopra le righe e ai carabinieri avrebbe confidato di essere stato in gioventù studente proprio di quella scuola. Risulta che avesse bevuto un po’, era in stato di ebbrezza, e questo deve avere influito non poco nell’iniziativa. Nessun danneggiamento o furto è stato commesso: una presenza innocua e che può mettere anche tenerezza per le singolari dinamiche di “rimpatriata” solitaria tra banchi, lavagne e armadietti. Anche se tutto, rispetto ai suoi tempi, deve essere cambiato molto, evoluto. E’ anche emerso che l’uomo non ha fatto effrazione, non ha forzato la finestra dalla quale è passato: pare fosse aperta. Insomma, al di là del brusco risveglio davanti alle divise, preso in contropiede con la testa pesante per l’alcol, le conseguenze penali per l’incursione potrebbero risultare nulle oppure minime. L’episodio è venuto a galla nel contesto dei controlli rafforzati nel periodo estivo. Nella notte tra il 29 e il 30 luglio, venerdì e sabato, la Compagnia Carabinieri guidata dal maggiore Silvia Gobbini ha svolto un servizio straordinario impiegando diverse pattuglie tra quelle del Nucleo Operativo e Radiomobile e delle Stazioni. Elevate sanzioni amministrative per ubriachezza a tre cittadini: due stranieri a piedi a Campo di Marte, un rumeno di 33 anni ed un uomo di nazionalità moldava di 47 anni, senza fissa dimora. Il terzo, 31 enne, alla guida della propria autovettura è stato fermato alle 2 e trovato con un tasso alcolemico superiore a 0,50 g/L. Più gravi conseguenze per 4 soggetti denunciati per guida sotto l’influenza dell’alcol: un 36enne aretino ed un 53enne della provincia, in evidente stato di alterazione; un 37enne aretino responsabile di un incidente stradale senza feriti, aveva tasso alcolemico superiore a 3 g/L. Finito contro delle auto in sosta sotto un condominio, litigava con i proprietari. Altra denuncia penale a carico di un 25enne straniero alla guida con un tasso superiore a 1 g/L. Una 43enne aretina ha avuto un incidente e nel sangue le sono state trovate tracce di cocaina ed alcol: ritirata la patente, come agli altri denunciati.