Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Arezzo, è Tiziana Nisini (Lega) l'avversaria di Vincenzo Ceccarelli nel Collegio uninominale Camera. Il punto

Luca Serafini
  • a
  • a
  • a

Alla fine vira sulla leghista Tiziana Nisini la scelta per la candidatura del centrodestra nel Collegio 9 di Arezzo alla Camera. Con un cambio di quota definito in extremis (dal partito della Meloni a quello di Salvini), arebbe questa la soluzione per la sfida con Vincenzo Ceccarelli, candidato del centrosinistra alle elezioni del 25 settembre. Il Collegio 9 (tutti i comuni di Arezzo più Figline Incisa e Reggello) farà salire sul treno per Roma con destinazione Montecitorio solo uno dei concorrenti e si preannuncia una battaglia all’ultimo voto. Il nodo della candidatura nel centrodestra è stato sbrogliato ieri, salvo ripensamenti, nel corso di un’altra giornata convulsa. Il Big Ben della composizione delle liste dirà stop alle 20 di lunedì 22 agosto e ci sta, come sempre, di tutto. Intanto emerge che a Tiziana Nisini, sottosegretaria al Welfare, nata a Pavia e residente a San Gimignano, ex assessore ad Arezzo nella prima giunta di Alessandro Ghinelli, è affidato il compito che fino a qualche ora fa sembrava appannaggio di un esponente di Fratelli d’Italia, Francesco Macrì nello specifico. Ma la nuova ripartizione delle quote dei collegi tra i partiti dell’alleanza ha modificato tutto. Con FdI che dovrebbe comunque esprimere, in base alla nuova intesa, un suo nome al Senato. Letizia Giorgianni è la più citata al momento ma potrebbe non essere schierata in Toscana, dove comunque correrebbe una donna di FdI. Questi gli spifferi, anzi qualcosa di più, in attesa che tutto si cristallizzi. E’ certa, intanto, la presenza di Lucia Tanti, vice sindaco di Arezzo, nella sfida per la Camera come capolista di Noi Moderati. Con buone chance di farcela visto il vento centrista che tira. Ultimi ritocchi anche alle liste della formazione composta da Matteo Renzi e Carlo Calenda con il primo che sulla Toscana può imprimere le scelte. E il leader di Italia Viva sarà capolista alla circoscrizione plurinominale del Senato Toscana. Al fiorentino Luca Bonifazi il ruolo di capolista nel collegio plurinominale alla Camera. Da definire i candidati dell’uninominale. Maria Elena Boschi non scenderà in campo ad Arezzo ma a Roma. Il Movimento 5 Stelle ha deciso i candidati al proporzionale attraverso le consultazioni interne alle quali hanno aderito in 50 mila. Per i collegi uninominali la responsabilità della scelta poggia su Giuseppe Conte, il leader del movimento, e Tommaso Pierazzi, di San Giovanni Valdarno, sembra avviato al ruolo di candidato al Senato mentre Daniele Vivoli, del Valdarno fiorentino, correrebbe alla Camera 9. Dalle parlamentarie dei pentastellati esce bene l'avvocata montevarchina Donella Bonciani, che è riuscita ad ottenere un posto nel listino, anche se come quarta, al Senato della Repubblica. Prima di lei ci sono Ettore Licheri, senatore uscente, Manuela Bellandi e Gianluca Ferrara. Per la Camera dei Deputati, i candidati del collegio che comprende anche Arezzo al proporzionale, sono: Riccardo Ricciardi, Stella Sorgente, Luca Migliorino, Flavia Serena Sandoiu. Nei giorni scorsi il centrosinistra aveva comunicato le sue scelte con la candidatura di Vincenzo Ceccarelli per il Collegio 9 con il compito di riconquistare il parlamentare perso nel 2018 quando vinse per il centrodestra Felice Maurizio D’Ettore, che insieme al collega uscente Stefano Mugnai è in stand by. Spariti davvero tutti e due? Vedremo. Il centrosinistra poi schiera Laura Boldrini come capolista alla Camera plurinominale - la sindaca di Lucignano, Roberta Casini, è nel listino - mentre per il Senato è in lizza un senese, il sindaco di Montalcino, Silvio Franceschelli.