Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Giostra, Santo Spirito gioca sempre all'attacco: Provaccia vinta con i fratelli Pineschi e obiettivo cappotto

Alessandro Bindi
  • a
  • a
  • a

È il quartiere di Porta Santo Spirito a vincere la Provaccia. I fratelli della Colombina escono vittoriosi da piazza Grande con nove punti. Un cinque e un quattro griffati Pineschi sono bastati a trionfare. Porta Santo Spirito ha aperto con un centro mettendo gli avversari di rincorsa. Il giovane Niccolò Pineschi su Toni, sella italiana di 10 anni, ha cancellato il pomodoro con un centro perfetto, abile poi a tenere in pugno la lancia dopo il violento impatto sul tabellone del buratto. Al pozzo per Porta del Foro è sceso Roberto Gabelli su Oliver, argentino, roano di 14 anni. Quattro il punteggio marcato dal giostratore giallocremisi che ha puntato la lancia lontano dal centro del cartellone. Ed è stato il rossoverde Niccolò Paffetti su Rosa, haflinger, 11 anni a segnare un cinque per Porta Crucifera. Solo due invece per il biancoverde Matteo Bruni che su Bianca, sella italiana, grigia di 9 anni ha chiuso la prima serie di carriere allontanando la vittoria di una prova generale di gran valore affettivo per Porta Sant'Andrea essendo dedicata all'indimenticato ex rettore plurivittorioso Faliero Papini.

 

 

Per la seconda serie di carriere il gialloblu Elia Pineschi in sella ad Alex, castrone baio, sella italiana di 13 anni ha marcato quattro punti facendo salire a nove il punteggio del quartiere della colombina mentre a Porta del Foro il due segnato dal debuttante Niccolò Scarpini su Lola, sella italiana di 12 anni ha vanificato il sogno di poter rimanere in gara così come la carriera di Andrea Bennati che su Toro Seduto appaloosa, pezzato di 8 anni si è fermato sul due.
A chiudere le carriere ci ha pensato Leonardo Tavanti su Sibilla, sella italiana, 12 anni, grigia. Quattro il punteggio annunciato dall'Araldo Gianfrancesco Chiericoni mentre la piazza si è tinteggiata di gialloblù.

 Il guanto di sfida è lanciato. Porta Santo Spirito gioca all'attacco anche nella Prova Generale e punta al cappotto domenica 4 settembre dopo aver vinto con la coppia Scortecci - Cicerchia la Giostra di giugno. Questa sera cene propiziatorie nei quartieri. Poi la parola a Piazza Grande per la lancia d'oro. Con l'albo d'oro che vede appaiati in testa Porta Crucifera e Santo Spirito, seguiti a una lunghezza da Sant'Andrea e Porta del Foro più staccata.

SERVIZI SUL CORRIERE DI AREZZO IN EDICOLA