Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Tre nomadi da Roma al Casentino per rubare rame: smascherati dai carabinieri. Spariti 145 quintali di metallo

  • a
  • a
  • a

Rubarono un autocarro a Bibbiena e più di 145 quintali di rame a Chiusi della Verna - Corsalone, incastrati tre nomadi gravitanti tra Roma e la Toscana. Dopo una lunga e serrata indagine i Carabinieri della Compagnia di Bibbiena sono riusciti a chiudere il cerchio intorno alla duplice azione di una banda specializzata di ladri di rame che aveva messo a segno due colpi tra la notte dell’11 e 12 dicembre 2021.

La gang si era mossa tra Bibbiena e Corsalone di Chiusi della Verna rubando un autocarro da una ditta di calcestruzzo e poi rame da una vicina ditta specializzata. L’autocarro ovviamente servito per caricare la refurtiva, di ingente valore. La macchina investigativa ha passato al setaccio telecamere di sorveglianza, sono stati acquisiti importanti elementi di informazione da comandi limitrofi nel territorio dei quali si erano verificati episodi simili, che riscontrati dai carabinieri del Nucleo Operativo di Bibbiena hanno consentito di localizzare nelle circostanze di tempo e luogo del furto, tre nomadi specializzati di origine italiana e bosniaca, tutti residenti in area capitolina e specializzati in questo tipo di crimine.

Hanno un’età compresa tra i 47 e i 25 anni. I successivi servizi di controllo del territorio eseguiti a tappeto anche con l’ausilio di un elicottero, hanno consentito oltre che la prevenzione di analoghi reati, di recuperare l’autocarro in zona Bagno a Ripoli, evento questo determinante per la svolta delle indagini. Purtroppo il rame invece non è stato recuperato in quanto sicuramente destinato, nell’immediato, ad un fruttuoso, illecito mercato parallelo. A carico degli indagati, dopo la loro individuazione e completa identificazione, una denuncia per furto aggravato continuato in concorso.