Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Arezzo, l'agenda del vescovo Migliavacca: "Visite a Camaldoli e La Verna"

Francesca Muzzi
  • a
  • a
  • a

Un incontro speciale e un augurio altrettanto speciale. Il nuovo vescovo Andrea Migliavacca, mercoledì ha incontrato il Santo Padre. Lo ha fatto al termine dell’udienza generale in piazza San Piero dove si era recato insieme ad alcuni fedeli delle parrocchie di Ponsacco, Cenaia, Crespina e Tripalle. Tra l’altro, alcuni bambini che partecipavano insieme al vescovo, sono stati invitati a salire sulla Papamobile con Papa Francesco per il tradizionale giro della piazza. “È stato molto bello per me essere oggi (mercoledì ndr) con i bambini e le famiglie delle nostre parrocchie a Roma dal Papa. E molto bella la catechesi e il messaggio del Santo Padre sul discernimento. Commovente poi osservare l’entusiasmo dei nostri bimbi all’invito a salire col Papa sulla Papamobile”, ha commentato monsignor Migliavacca a conclusione della giornata, sulla propria pagina facebook. Ma alla fine dell’udienza, durante il saluto con il Santo Padre, quest’ultimo ha parlato anche della sua prossima avventura ad Arezzo. “Mi ha dato una parola d’augurio per il mio prossimo ‘viaggio’ – dice Monsignor Migliavacca – E’ stato semplicemente un saluto per questa nuova missione che mi aspetta”. Monsignor Migliavacca che entrerà ufficialmente domenica 27 novembre, prima domenica di Avvento, si divide tra quello che presto sarà il suo passato, vale a dire la Diocesi di San Miniato e il suo futuro, Arezzo. E come si sta preparando per questo passaggio? “Ci si prepara attraverso la fede e camminando insieme per conoscere la nuova realtà”. E a questo proposto, il nuovo vescovo ha già in agenda almeno tre visite prima del suo insediamento ufficiale: “L’11 di ottobre sarò in Curia per visitare il seminario. Poi mi recherò a Camaldoli e a La Verna”. “Il vescovo Andrea – sottolinea il padre guardiano Francesco Brasa – mi ha chiamato che verrà, anche se non abbiamo fissato un giorno preciso. La prima settimana di novembre sarà comunque con noi per predicare gli esercizi spirituali per i sacerdoti. Un impegno che avevamo già organizzato con lui, in tempi non sospetti, lo scorso anno”. Un cammino dunque di preparazione prima di immergersi nella realtà della Diocesi di Arezzo, Cortona e Sansepolcro. A proposito, sa che il giorno del suo ingresso, Arezzo sarà addobbata con la Città del Natale? “Ci saranno già le luminarie? – chiede monsignor Migliavacca – Sarà bellissimo conoscere anche le tradizioni della vostra terra, così come anche la Giostra del Saracino, e coltivare tutti insieme la reciproca conoscenza”. Anche e soprattutto con i giovani: “Tra le mie priorità quella di parlare con le generazioni più giovani. Incontrarle e iniziare insieme questo cammino con i ragazzi”. Ancora due mesi di preparazione e ritiro dunque prima che il vescovo Migliavacca indossi la maglia da titolare e cominci il suo prossimo campionato.