Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Cortona, a caccia con il defibrillatore: otto dispositivi salvavita donati dal Comune

  • a
  • a
  • a

A Cortona le squadre di caccia al cinghiale saranno dotate di defibrillatore portatile: l’iniziativa dell’Amministrazione comunale della cittadina etrusca si concretizza alla vigilia della nuova stagione venatoria. Venerdì 7 ottobre alle 17 si terrà la consegna dei dispositivi salvavita. La cerimonia si terrà nella sala del consiglio comunale dove sono stati invitati i componenti delle squadre di caccia al cinghiale, assieme ai referenti dell'azienda sanitaria: il direttore del Dipartimento dell'Emergenza sanitaria della Asl Toscana Sud Est, Massimo Mandò, Samuele Pacchi, coordinatore infermieristico e Silvia Pancini, responsabile provinciale del progetto defibrillatori. Saranno presenti anche i rappresentanti della Misericordia di Cortona e della Banca Popolare di Cortona che ha dato un contributo per questa operazione. L'iniziativa è dell’assessore comunale all’agricoltura, Paolo Rossi, che spiega: "Siamo fra i primi comuni a livello nazionale e in Toscana a dotare di defibrillatore le squadre di caccia al cinghiale - spiega Rossi - abbiamo provveduto all’acquisto di questi otto dispositivi salvavita e alla formazione dei cacciatori al loro corretto utilizzo, grazie ai corsi della Misericordia di Cortona. Spesso i cacciatori si trovano a operare in contesti impervi dove i soccorsi sono difficili, per questo è importante che dispongano di attrezzature per far fronte a gravi eventualità, come quella dell'arresto cardiocircolatorio. Grazie al defibrillatore sarà possibile aumentare le difese". "Voglio sottolineare l’importanza di questa iniziativa - dichiara il sindaco di Cortona, Luciano Meoni - il nostro territorio è fra quelli che hanno la maggiore diffusione di defibrillatori, adesso anche questa soluzione in mobilità contribuisce a rafforzare la tutela della salute".