Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

L'Arezzo ci prende gusto. Vittoria allo scadere e qualificazione in Coppa

 L'Arezzo festeggia a Livorno. Foto fonte S.S.Arezzo

  • a
  • a
  • a

E per fortuna che era solo Coppa Italia. Già, perché tra Livorno e Arezzo non sarà mai una partita di poco conto: fosse anche un’amichevole, state certi che se le sarebbero date di santa ragione. Un po’ come hanno fatto all’Ardenza al termine di 98’ a dir poco rocamboleschi, con gli amaranto ospiti che hanno dato la paga agli amaranto di casa al termine di una girandola di gol, ribaltoni ed emozioni da far girare la testa anche a un astronauta. E siccome la Coppa è un palcoscenico che va onorato, in che modo di potrebbe dare altra spiegazione guardando ai ben 11 cartellini gialli sventolati da Leotta di Acireale? Mezza squadra in tutto, roba che di solito si addice a partite tirate e senza respiro. Un po’ come lo è stata quella del “Picchi”, con l’Arezzo a fare da lepre e i labronici a fiutare la preda, salvo poi vedersi beffati a tempo scaduto da uno che di solito quando c’è un gol corre ad abbracciare i compagni, ma che stavolta se l’è visti correre incontro ben due volte.E domenica 23 ottobre c'è il Ponsacco al Comunale.