Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Infrastrutture, le priorità del sistema economico toscano nel "Libro bianco": ci sono Stazione Medioetruria ed E78

  • a
  • a
  • a

Le priorità infrastrutturali per il sistema economico toscano raccolte nel “Libro bianco”. La presentazione si terrà mercoledì 26 ottobre, in modalità webinar, dalle ore 9.30, ed è a cura di Unioncamere Toscana ed Uniontrasporti.

Un progetto che conferma il ruolo attivo del sistema camerale per lo sviluppo delle infrastrutture regionali, realizzato anche con la collaborazione  della Regione Toscana e delle altre istituzioni ed attori economici che operano sul territorio.

L’appuntamento rientra in un “roadshow camerale” sui temi infrastrutturali che coinvolge tutti i territori regionali aderenti al Programma Infrastrutture promosso da Unioncamere italiana attraverso il Fondo di Perequazione .

Il “Libro Bianco delle priorità infrastrutturali della Toscana” restituisce una sintesi regionale rispetto alle opere necessarie al sistema imprenditoriale per superare la crisi in atto e recuperare competitività sui mercati nazionali e internazionali.

 

Oltre alla presentazione del “Libro Bianco”, l’agenda dei lavori prevede una tavola rotonda che sarà aperta dal Presidente di Unioncamere Toscana Massimo Guasconi a cui seguiranno gli interventi di rappresentanti del mondo economico e delle infrastrutture di trasporto e di logistica regionali I lavori si concluderanno con l’intervento dell’Assessore ai trasporti della Regione Toscana, Stefano Baccelli.

Per quanto concerne le priorità individuate nel “Libro Bianco” per i territori di Arezzo e Siena, troviamo tra i 15 progetti regionali di primo livello il completamento della E78, la realizzazione della Stazione AV Medioetruria e il raddoppio e l’elettrificazione della Linea ferroviaria Empoli-Siena.

 

Seguono poi altre 35 priorità di secondo e terzo livello, undici delle quali interessano le province di Arezzo e Siena.

Nel lavoro preparatorio per la stesura del “Libro Bianco” la Camera di Commercio di Arezzo-Siena si è avvalsa della collaborazione dell’Università degli Studi di Siena con il coordinamento del Prof. Stefano Maggi, Professore Ordinario di Storia dei Trasporti al DISPI.

L’incontro costituirà anche una occasione per riaffermare la centralità del sistema infrastrutturale nelle politiche di crescita e di modernizzazione del sistema economico regionale oltre che dell’intero Sistema Paese.

Per partecipare è necessaria la registrazione al link https://conference-web-it.zoom.us/webinar/register/WN__Say0EvnTuu26pXkiPtKsQ