Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Arezzo, Polcri: "Per la Provincia di Arezzo turnazione territoriale". Dopo il Valdarno tocca alla Valtiberina. Sprint con Chiassai

Davide Gambacci
  • a
  • a
  • a

“E’ chiaro che mi faccia piacere che nel tavolo del sindaco di Arezzo, Alessandro Ghinelli, sia stata avallata la mia disponibilità ma dal centrodestra dovrà uscire un nome unitario”.

Esce allo scoperto il sindaco di Anghiari, Alessandro Polcri, e conferma il suo consenso a candidarsi come presidente della Provincia di Arezzo. Se neppure un mese fa erano uno accanto all’altro alla partenza dell’Intrepida, oggi Polcri e Silvia Chiassai Martini – presidente uscente e sindaco di Montevarchi – si trovano allo sprint finale per la candidatura alla presidenza nell’area di centrodestra.

“Siamo di fronte ad un bivio – puntualizza Polcri – e i sindaci di area civica e di centrodestra dovranno scegliere se andare in continuità sposando di nuovo la candidatura di Silvia Chiassai, che ha comunque fatto un buon lavoro in questi anni, o dar vita ad una turnazione territoriale”.

E Polcri entra nello specifico. “A mio avviso questa è la direzione più giusta, tenendo pure conto che la Provincia è un ente di secondo livello un po’ come l’Unione dei Comuni: dopo la rinuncia di Arezzo capoluogo, quindi, credo che intraprendere la turnazione territoriale sia una valutazione da fare con oggettività; in questi quattro anni di Chiassai è stato rappresentato il Valdarno da dove lei proviene e adesso c’è un interesse da parte della Valtiberina. Certa deve essere una cosa: qualunque sia poi la candidatura dovrà essere per unire i territori e non affatto per dividerli, proprio per questo il nome deve essere unitario. Uno solo. Se vogliamo con la mia disponibilità, non parlo ancora di candidatura, c’è anche una nuova narrativa territoriale raccogliendo consensi pure oltre la Valtiberina e su realtà che fino a questo momento sono state in silenzio”.

Le elezioni sono state programmate per domenica 18 dicembre, con le candidature che dovranno essere presentate entro i 21 giorni precedenti il voto; al voto andranno i sindaci e i consigli comunali di tutti i 36 Comuni. La prossima sarà la settimana chiave per sciogliere i nodi nel centrodestra. “Per venerdì 11 novembre è fissata la plenaria dove parteciperanno i sindaci di area civica e di area centrodestra: l’obiettivo sarà quello di delineare la situazione”. 

Nel caso il nome di Alessandro Polcri diventi ufficiale, seguito ovviamente dalla vittoria del prossimo 18 dicembre, sarebbe la prima volta che la Valtiberina esprime un presidente della Provincia di Arezzo. Polcri oramai da tre lustri si trova nella politica anghiarese: entrato nel maggio del 2007, è stato consigliere di opposizione nei quattro anni e mezzo del sindaco Danilo Bianchi poi nei cinque di Riccardo La Ferla alla guida della patria di Baldaccio. È stato poi eletto sindaco nel giugno del 2016 e confermato a larga maggioranza nell’ottobre dello scorso anno.