Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Arezzo, studente di Montevarchi inventa la app Justbreak per ordinare le colazioni a scuola

Michele Bossini
  • a
  • a
  • a

Sono bastati lo spirito d’iniziativa e le abilità informatiche di un studente per compiere una vera rivoluzione: all’istituto comprensivo “Benedetto Varchi” di Montevarchi le colazioni si ordinano con una app e in “qr code”.

Tutto è nato lo scorso anno dall’idea di evitare l’utilizzo della lista cartacea per la prenotazione delle colazioni e, allo stesso tempo, di eliminare le distrazioni durante la prima ora di lezione, quando ogni giorno un alunno raccoglieva le preferenze dei compagni di classe per i panini da ritirare al bar interno all’istituto durante l’intervallo. 

E così Gabriele Morelli, studente della attuale classe quinta C dell’indirizzo di Scienze applicate del Liceo “Benedetto Varchi”, ha risposto all’invito dei suoi insegnanti che avevano già notato - nell’ambito di un progetto scolastico di tipo scientifico-tecnologico - la sua propensione per la tecnologia e lo hanno spinto a trovare un’alternativa più pratica e funzionale.

Gabriele, avendo già alle spalle un’esperienza di quattro anni come Web Developer, è riuscito in circa sei mesi a progettare un prototipo funzionante, che è stato poi presentato ai gestori del bar dell’istituto montevarchino, i quali hanno subito collaborato con entusiasmo alla realizzazione di una app fortemente innovativa. Successivamente, è stata elaborata la parte grafica, creando un’interfaccia molto semplice e intuitiva.

A settembre di quest’anno scolastico è partita la sperimentazione, prima nella classe del suo ideatore e poi progressivamente in tutte le altre quinte classi dell’istituto, tanto che, in poco più di un mese, “Justbreak” (questo il nome scelto per l’app delle colazioni) era disponibile per tutti gli studenti della sede centrale in viale Matteotti (trenta classi in tutto). Successivamente, l’utilizzo della app è stato esteso anche alla succursale della scuola. Ogni mattina dunque con “Justbreak” si possono adesso prenotare bibite e panini in modo semplice, veloce e con notevole risparmio della carta fino ad ora necessaria per le liste.

Il progetto di Gabriele Morelli ha ricevuto l’approvazione e il supporto della dirigente scolastica Chiara Casucci, che si è complimentata con lui per la sua creatività e per le sue capacità tecniche, maturate grazie ai suoi studi e alla sua passione per l’informatica.

Attualmente, grazie alla sua funzionalità ed efficienza, la nuova app è stata proposta anche ad altre scuole del Valdarno, che ne stanno valutando i vantaggi e l’implementazione. “Tutto era nato come un progetto scolastico e come una scommessa - commenta la professoressa Cinzia Parati - ed è nato un modo veloce ed efficace per risparmiare la carta ed efficientare il servizio del bar”.