Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Natale al risparmio e senza luci: viaggio nelle vallate aretine per scoprire come saranno le festività

Francesca Muzzi
  • a
  • a
  • a

Natale al risparmio, ma solo per quanto riguarda il consumo dell’energia elettrica, perché a detta dei sindaci, le alternative “saranno altrettanto fantastiche”. Succede nelle vallate dove si bada alla bolletta. Come a Bibbiena, Anghiari e Pieve Santo Stefano. Ma anche negli altri comuni, il Natale che si avvicina sarà un po’ come tornare nel passato. Le luci non ci saranno o saranno a tempo. Come per esempio in Valdarno, a San Giovanni, dove il sindaco Valentina Vadi ha deciso di illuminare, ma con parsimonia: “In accordo con la Pro Loco, il Centro Commerciale Naturale, le associazioni di categoria del commercio e dell’artigianato – dice il primo cittadino – è stato deciso che le luminarie natalizie e quelle dell’albero nella piazza Cavour saranno sobrie e saranno accese dalle 16.30 alle 21, che non ci saranno proiezioni o videomapping nei palazzi pubblici come negli anni precedenti”. Ma, come detto, alcuni paesi hanno scelto le alternative. Come in Casentino, a Bibbiena, dove il sindaco Filippo Vagnoli sottolinea: “Non ci saranno le luci di Natale per le strade e anche l’albero di Natale non sarà illuminato”. Stessa linea anche ad Anghiari, dove l’assessore al turismo, Ilaria Lorenzini spiega: “Anche noi abbiamo deciso di non mettere le luci di Natale. La parola d’ordine sarà sobrietà e no spreco. Ma ciò non vuol dire che lasceremo il paese ‘al buio’. Ci saranno invece bellissime novità che stiamo mettendo a punto. L’albero in piazza? Vedremo se e come farlo”. Restando in Valtiberina, anche Pieve Santo Stefano lascia in cantina le luminarie: “Non verranno montate le luci come accadeva gli altri anni - dice il sindaco Claudio Marcelli - ma ci concentreremo sull’albero di Natale che verrà sistemato sulla piazza principale”. Dalla Valtiberina alla Valdichiana dove a Cortona non si rinuncia invece alle luminarie: “Sono già state montate. Sia a Cortona, ma anche a Camucia, anche se saranno spente subito dopo mezzanotte - sottolinea il sindaco Luciano Meoni - Abbiamo invece tolto tutte le attrazione e scelto la teleferica panoramica. Dai giardini del parterre a piazza Garibaldi si potrà planare ammirando la Valdichiana dall’alto e le luminarie della città etrusca. 160 metri sospesi ad un cavo di acciaio”. Anche Castiglion Fiorentino non rinuncia alle luminarie natalizie. Il sindaco, Mario Agnelli dice: “Sarà un Natale meno fastoso con una riduzione delle luminarie. Metteremo poi lungo il corso, davanti alle vetrine, degli alberelli veri di Natale che saranno tutti uguali”. E dunque un Natale meno sfarzoso per tutti. Ma che comunque sia conserverà sempre un fascino e chissà se quest’anno non sarà più particolare rispetto alle festività degli anni scorsi.