Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Semafori, si cambia: ad Arezzo incroci più sicuri per i pedoni

Alessandro Bindi
  • a
  • a
  • a

Il Comune di Arezzo mette in sicurezza gli attraversamenti pedonali. In via Giotto e via Crispi all’intersezione con via Signorelli, tra via Dante Alighieri e via Giuseppe Chiarini e in zona ospedale tra via Pietro Nenni e via Alcide De Gasperi sono spuntati decine di semafori. L’amministrazione comunale sta realizzando i percorsi per aiutare le persone non vedenti ad attraversare la strada. I lavori sono iniziati in via Chiarini creando disagi alla circolazione con gli automobilisti infuriati per le lunghe code che si sono create a seguito dello stop soprattutto nella corsia che consente la svolta verso via Dante. Adesso l’impianto semaforico è stato tarato e il rosso si accenderà solo a chiamata semplificando la circolazione degli automobilisti. “Mi scuso per i disagi” puntualizza l’assessore alla manutenzione e alla viabilità del Comune di Arezzo, Alessandro Casi “che si sono creati in via Dante e via Chiarini ma adesso il problema è stato risolto. Le code che si sono registrate erano legate alle fasi di programmazione utili a considerare i tempi di chiamata e misurare il periodo di attraversamento. Adesso il semaforo rosso si accenderà solo a chiamata come previsto dal progetto”. I lavori sono stati possibili grazie alla partecipazione a un bando del Ministero delle Infrastrutture. “Abbiamo attinto a risorse” spiega Casi, “per centomila euro. Sono tre le intersezioni, ad alto flusso di traffico, considerate pericolose per le persone affette da disabilità visiva e che saranno dotate di attraversamenti pedonali e semafori a chiamata. Il progetto infatti prevede, oltre all’installazione dei semafori sulle carreggiate di svolta che si aggiungono ai semafori centrali, anche la realizzazione dei percorsi con transponder ovvero strumentazioni in grado di trasmettere segnali acustici alle persone non vedenti in modo di aiutarli nel percorrere le strisce pedonali e attraversare la strada”. Dopo via Chiarini e via Dante, l’installazione dei semafori si è spostata all’intersezione tra via Crispi, via Giotto e viale Signorelli dove sull’asfalto sono stati disegnati i percorsi tattili, e dove è stata prevista la predisposizione dell’impianto dove sorgeranno i nuovi semafori. “In via Giotto” tranquillizza l’assessore Alessandro Casi “una volta installati i semafori, saranno dotati immediatamente dell’impianto a chiamata in modo da evitare disagi alla viabilità. In queste ultime ore sono stati effettuati i lavori sull’asfalto. Manca la fase dell’installazione dei semafori”. Per concludere il progetto a vantaggio dell’utenza debole si passerà poi all’intersezione tra via Nenni e via De Gasperi dove in realtà già sono previsti semafori pedonali che saranno messi in sicurezza con i percorsi tattili e i transponder che aiuteranno le persone non vedenti a superare gli ostacoli. Interventi mirati quindi ad abbattere le barriere architettoniche e che il Comune è riuscito a mettere in atto vincendo il bando ministeriale.