Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Terrore ad Arezzo: assalto in villa, sequestro di persona e poi la rapina nell'azienda di preziosi

  • a
  • a
  • a

Un domenica di terrore quella vissuta da una famiglia aretina. Prima l'irruzione in villa di un commando di malviventi, poi il sequestro di una persona per farsi aprire la porta di un'azienda di preziosi che si trova in città e la fuga. E' questa la sommaria ricostruzione di quanto avvenuto nel pomeriggio di domenica 20 novembre ad Arezzo, fatti sui quali sono ancora in corso gli accertamenti. Nella notte infatti ancora impegnate le forze di polizia per ricostruire quanto accaduto e dare la caccia ai banditi che sono riusciti a far perdere le loro tracce, ancora non è dato sapere con quale bottino. Stando ai primi riscontri investigativi intorno alle 17.30 il commando avrebbe fatto irruzione in una villa che si trova alle porte di Arezzo. Le persone all'interno sarebbero state tenute sotto minaccia fino a quando, un paio d'ore più tardi, alcuni banditi, presa in ostaggio una donna, si sono diretti nell'azienda di famiglia che opera nel settore delle pietre preziose. Raggiunta via Marco Perennio, dove l'impresa ha sede, i malviventi minacciando la malcapitata, si sono fatti aprire la porta. L'improvviso arrivo di un congiunto, insospettitosi per le luci accese all'interno dell'azienda, ha fatto scappare i banditi. Anche i loro complici, rimasti nella villa, si sono dileguati. E' stato lanciato l'allarme e in via Marco Perennio e nella villa alle porte della città sono arrivate le pattuglie della Volante e poi il personale della Squadra Mobile che ha avviato le prime indagini. Gli accertamenti sono proseguiti nella notte.