Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Arezzo, processo Coingas: chiesta condanna per sindaco Ghinelli e Francesco Macrì

Esplora:

  • a
  • a
  • a

Processo Coingas, il procuratore Roberto Rossi ha concluso la requisitoria ed ha chiesto condanne ed assoluzioni nei tre filoni. Per il sindaco di Arezzo, Alessandro Ghinelli, ha proposto al tribunale la pena complessiva di due anni e due mesi di reclusione:  un anno e sei mesi (abuso d'ufficio) per la nomina di Francesco Macrì in Estra e otto mesi (favoreggiamento) per il patto tra il consigliere Roberto Bardelli e Luca Amendola (contestata ai due la corruzione) sulla nomina di quest'ultimo alla guida di Multiservizi. In caso di condanna, il sindaco di Arezzo verrebbe sospeso dall'incarico, con Lucia Tanti oggi vice sindaco al suo posto.

Assoluzione per Ghinelli e altri quattro, invece, per il presunto favoreggiamento del peculato: i circa 500 mila euro di Coingas andati ai professionisti Pier Ettore Olivetti Rason e Marco Cocci per consulenze. Per l'avvocato fiorentino e il commercialista, il pm Rossi ha chiesto rispettivamente 4 anni e sei mesi e 4 anni: le consulenze, sostiene, furono elargizioni per incarichi inutili.

La procura chiede anche la condanna a sei mesi totali per l'esponente di Fratelli d'Italia Francesco Macrì: 4 anni e mezzo per concorso in peculato con Olivetti Rason e un anno e mezzo per la sua nomina in Estra, in violazione della legge Severino.

Le altre richieste di Rossi sono l'assoluzione di Mara Cacioli, Alberto Merelli, Alessandro Ghinelli, Stefano Pasquini per il presunto favoreggiamento sul peculato; la condanna a un anno e mezzo anche per Merelli sulla nomina di Macrì in Estra. La condanna a due anni e sei mesi per Roberto Bardelli e Luca Amendola, l'assoluzione di Lorenzo Roggi.

Ora spazio alle parti civili, i Comuni soci di Coingas, poi via alle difese. Sentenza il 4 febbraio.

Luca Serafini