Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Arezzo, neve: difficili soccorsi per anziana isolata, trasportata in barella a piedi fino all'ambulanza

  • a
  • a
  • a

Dramma nella neve a Badia Prataglia con soccorsi per due donne: un’anziana e la sua badante. Nel centro dell’alto Casentino colpito dal maltempo, con strade difficili da percorrere, è stato necessario intervenire con una complessa operazione e una composita squadra di soccorritori per dare aiuto ad una signora, classe 1938, che necessitava di trasferimento in ospedale: causa black out di energia elettrica che durava da ore, il letto anti decubito e i macchinari per le terapie avevano perso efficacia.

 

 

 

Per di più la badante che assisteva la donna era stata colta da un malessere, con intervento dei militari dell'Arma della locale stazione. Difficile raggiungere le due donne isolate nella casa circondata neve. Si è così formato un cordone di soccorritori composto da Soccorso Alpino speleologico del Parco nazionale delle Foreste casentinesi, Carabinieri, Vigili del fuoco del distaccamento di Bibbiena, sanitari della Misericordia di Bibbiena e di Badia Prataglia. Anche il comune di Poppi ha partecipato alle operazioni, come l’Unione dei Comuni.

 

 

 

Alla fine la paziente è stata presa in carico dall’ambulanza e portata in ospedale per ricevere gli opportuni trattamenti. Per la non transitabilità della strada, la donna è stata trasportata a spalla, sulla barella da personale a piedi, con le ciaspole, per raggiungere l’ambulanza che ha poi trasportato la signora all’ospedale di Bibbiena per ricevere le cure del caso. A complicare ancora di più la situazione, il fatto che lungo la strada regionale 71 a Pian del Ponte due mezzi pesanti intraversati sulla carreggiata avevano bloccato la circolazione.