Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Oro, 51 nuove assunzioni con i cinque chili

Boldi e il ministro Boschi

Luca Serafini
  • a
  • a
  • a

Cinquantuno nuove assunzioni nelle ditte orafe del distretto aretino grazie all'opportunità dei cinque chili di metallo per ogni posto di lavoro in più. Il presidente della Consulta dei produttori Orafi, Andrea Boldi, promotore dello strumento, ha annunciato al Corriere di Arezzo in edicola (edizione 18 dicembre) i risultati già estremamente positivi conseguiti in poco più di un mese. L'obiettivo è quello di creare 300 posti di lavoro applicando la filosofia del credito legato all'occupazione. Il meccanismo è il seguente: prestito d'uso con tasso di interesse di circa il 3 per cento per 18 mesi, rinnovabile, e mutuo in oro di 60 mesi oltre un anno di ammortamento. Le aziende che si impegnano ad assumere hanno diritto ad una garanzia gratuita fino all'80 per cento su un fondo costituito dalla Regione Toscana per l'accesso ai prodotti. In questo primo periodo nelle ditte orafe sono fioriti 36 nuovi posti di lavoro già siglati, altri 12 sono i contratti in rampa di lancio che attendono l'ultimo ok e 3 in via di formalizzazione.