Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Spettacolo Intrepida, ma volevano rovinarla

Francesca Muzzi
  • a
  • a
  • a

Hanno cercato di rovinare l'Intrepida, la cicloturistica che si è svolta domenica 18 ottobre ad Anghiari (guarda le foto), ma per fortuna non ci sono riusciti. A raccontarlo è Fabrizio Graziotti, presidente della Dynamis Bike, il gruppo che organizza la corsa da quattro anni. "Durante la notte tra il 17 e il 18 ottobre, ma anche nei giorni precedenti, ci hanno tolto tutti i cartelli d'indicazione della corsa nel tratto tra Anghiari e Monterchi. Li abbiamo rimessi, ma qualcuno ha provato a toglierceli ancora. Per fortuna tutto è filato liscio e nessuno si è perso". Ed è stato spettacolo. Al via si sono presentati in più di 600. L'Inno d'Italia ha accompagnato la partenza dei corridori, mentre la nebbia abbracciava Anghiari e tutti i partecipanti. "Ringrazio chi ha collaborato anche a questa edizione - continua Graziotti - Grazie agli oltre cento volontari che hanno assistito i nostri corridori". E tutti sono rimasti più che entusiasti. All'anno prossimo.