Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Banca Etruria, tre inchieste in procura. Sit in risparmiatori al tribunale

Il procuratore Roberto Rossi

Luca Serafini
  • a
  • a
  • a

Banca Etruria, c'è una terza indagine. Dopo quelle sull'ostacolo alla vigilanza e le fatture relative a presunte operazioni inesistenti, adesso spunta un terzo filone: quello sul conflitto d'interessi. Nel fascicolo aperto dal procuratore capo Roberto Rossi non ci sarebbe al momento alcun indagato. Non ci sono conferme ufficiali, ma fin dalla mattinata di ieri gli organi di informazione davano per certa l'apertura dell'indagine che avrebbe avuto origine dalla relazione della Banca d'Italia circa il commissariamento di Banca Etruria nel febbraio 2015. Un terzo fascicolo su Banca Etruria che segue gli altri due che si avviano verso l'udienza preliminare. Oggi in Procura ad Arezzo saranno consegnati da parte di Federconsumatori e Codacons due esposti sulla vicenda Banca Etruria. Davanti all'ex Garbasso è stato organizzato per questa mattina un presidio dei risparmiatori, per tenere alta, spiegano gli organizzatori, l'attenzione dell'opinione pubblica sulla vicenda banche. SERVIZI SUL CORRIERE IN EDICOLA E ON LINE DEL 15 DICEMBRE