Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Gay in piazza: gli stilisti Tommassini e Marziari 40 anni insieme

Francesca Muzzi
  • a
  • a
  • a

Anche Arezzo scende in piazza per i diritti. Oggi, sabato 23 gennaio, alle 15.30 in piazza San Jacopo, tantissime sveglie suoneranno forte per dire “Sveglia Arezzo. Guarda l'appello di Tommassini E' ora di essere civili” e urlare che è tempo di una legge che tuteli le unioni civili e i diritti lgbt in attesa che il ddl Cirinnà entri in aula al Senato. Una legge che ancora non esiste ma di cui le coppie gay sentono un'urgenza ormai non più rimandabile. Come Bruno Tommassini e Edoardo Marziari, affermati stilisti di Marciano della Chiana che quest'anno festeggeranno quarant'anni insieme, ma la cui unione per lo Stato ancora non vale niente. Fondatore e primo presidente di Arcigay Arezzo (oggi presieduto da Veronica Vasarri) e in prima linea fin dalla nascita, negli anni '80, del movimento Arcigay in Italia, Tommassini ha voluto regalare al Corriere di Arezzo la sua testimonianza. Da Berlusconi a Sarri,  dal matrimonio alle adozioni gay, fino al vino che producono e a cui hanno voluto dare un nome provocatorio e i cui proventi vengono destinati alla battaglia verso la parità dei diritti. INTERVISTA A BRUNO TOMMASSINI SUL CORRIERE IN EDICOLA E ON LINE DEL 23 GENNAIO