Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Morto investito ancora senza sepoltura, ci pensa il Comune

default_image

Luca Serafini
  • a
  • a
  • a

Il Comune di Arezzo interverrà per dare sepoltura all'uomo di 53 anni senza fissa dimora investito da un'auto diciotto giorni fa, sul raccordo, il cui corpo è ancora tenuto in una cella frigorifera dell'obitorio. L'uomo non aveva soldi. “Quando ci perverrà richiesta formale dai familiari o da chi segue il caso, fatte tutte le verifiche, faremo la nostra parte come avviene in altri casi”, dice Lucia Tanti, assessore al sociale.“ Il Comune ha unaconvenzione con la Croce Bianca per queste situazioni di indigenza e procederemo con le risorse relative e come è previsto". L'avvocato Lorenza Calvanese si accinge a depositare la richiesta per dare sepoltura all'uomo.  ARTICOLO SUL CORRIERE DI AREZZO IN EDICOLA E ON LINE DELL'8 FEBBRAIO