Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Multe agli ex di Banca Etruria, così ha agito Bankitalia

Luca Serafini
  • a
  • a
  • a

Banca Etruria, come si è arrivati alle 27 sanzioni. Sotto la lente degli ispettori di Bankitalia c'erano finiti quei quattro mesi compresi fra il novembre 2014 e il febbraio 2015, periodo che Via Nazionale ha passato al setaccio. Dall'attività svolta sono scaturite le sanzioni firmate martedì 1 marzo da Visco e dal Direttorio di Banca d'Italia. Due milioni e 236.500 euro di multe, suddivisi tra 27 fra ex amministratori, sindaci e direttore generale. Si va da un minimo di 52mila euro a un massimo di 130mila,“in base - specificano da Palazzo Koch -al grado di responsabilità e al periodo di permanenza in carica”. Massimo della sanzione per l'ultimo presidente di Via Calamandrei, Lorenzo Rosi, e per i due vice Alfredo Berni e Pier Luigi Boschi, babbo del ministro Maria Elena. La decisione sulle multe era stata annunciata da tempo ed era attesa per metà marzo. Da Via Nazionale è stato puntualizzato che quello della vecchia Banca Etruria è stato un caso “rilevante e complesso”, una procedura lunga e articolata quella che ha portato ad emettere le 27 sanzioni. ARTICOLI SUL CORRIERE DI AREZZO IN EDICOLA E ON LINE DEL 5 MARZO