Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Crescono i feriti per i botti di fine anno

default_image

Mauro Barzagna
  • a
  • a
  • a

Il 2018 ha già i primi feriti, adulti ma anche bambini, per i tradizionali botti della notte di Capodanno. Il bilancio più pesante a Napoli, dove un dodicenne è stato ferito a una gamba da un colpo d'arma da fuoco; portato in ospedale le sue condizioni non sarebbero gravi. In totale, è di 38 feriti il bilancio dei festeggiamenti tra Napoli e provincia (l'anno scorso furono 47). Il totale, secondo quanto riferito dal ministero dell'Interno, è di 212 feriti (l'anno scorso furono 184) di cui 36 ricoverati (nove in gravi condizioni). Paura anche a Torino, dove una bomba carta ha generato un'onda d'urto in grado di danneggiare parzialmente quattro auto parcheggiate e causare la rottura di vetri delle finestre di trenta abitazioni circostanti, le cui schegge hanno ferito quattro persone.  Un primo bilancio dell'attività dei vigili del fuoco nella notte di San Silvestro parla di 519 interventi, diminuiti rispetto allo scorso anno, quando furono 674. Il numero maggiore nel Lazio con 114, a seguire Puglia 92, Lombardia 67, Emilia Romagna 62 e Toscana 54. Anche quest'anno nessun intervento in Sardegna, zero interventi anche in Umbria.