Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Il cicloviaggiatore "giramondo" di 82 anni Janus River fa tappa in Casentino

Esplora:

Antonella Lunetti
  • a
  • a
  • a

Ha visitato fin qui quasi duecento nazioni, incontrato decine di migliaia di persone. Janus River, nato in Siberia, ha 82 anni dorme in sacco a pelo, senza tenda, all'aperto o da chi gli offre ospitalità nel momento. E il comune di Stia, in provincia di Arezzo, è tra chi ha voluto garantire un pasto caldo e un letto a questo incredibile cicloviaggiatore. “Abbiamo avuto il piacere di ospitare Janus a Stia – ha raccontato il sindaco di Staia, Niccolò Caleri – lo ringraziamo per aver toccato il nostro comune, è stato il miglior auspicio alla vigilia dell'inaugurazione della Ciclopista dell'Arno, che si è svolta domenica 22 settembre. E' un uomo che ben incarna la libertà in sella alla sua bicicletta. Un ringraziamento va al ristorante Canto alla Rana e al nostro parroco Don Carlo per averlo ospitato”. Janus in tasca non ha mai più di tre euro ma negli ultimi anni ha attraversato in lungo e in largo la Russia, l'Australia, il Sud America. Ora è intento nel suo personale "giro d'Italia", che ha cominciato l'anno scorso e che dovrebbe terminare a gennaio. Ma lui ha ancora un grande sogno: intende arrivare a Pechino nel 2028. Vuole morire libero come ha sempre vissuto.