Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Sempre meno furti e spaccio di droga: con l'emergenza diminuiscono i reati ad Arezzo e in provincia

Marco Antonucci
  • a
  • a
  • a

Reati in calo, ma in particolare sono in netta diminuzione furti e reati legati allo spaccio di droga: è il dato, sul fronte sicurezza, che emerge nel territorio aretino in queste settimane di emergenza sanitaria. Guardando alle statistiche della Prefettura se mettiamo a confronto le denunce presentate nel marzo di quest'anno con quelle registrate nello stesso mese del 2019 il calo è impressionante: -67%, più della metà, visto che le attuali 287 si confrontano con le 867 di dodici mesi fa. Calo più contenuto (-35%) ma di una certa rilevanza anche quello tra i 1.614 reati segnalati nei primi tre mesi di quest'anno con i 2.480 dello stesso periodo del 2019. I furti in abitazione? Sono scesi in picchiata: -71% se confrontiamo le 68 denunce presentate nel marzo di un anno fa con le 20 del mese appena trascorso. Percentuale più contenuta se il confronto viene fatto fra i primi tre mesi del 2019 con gennaio, febbraio e marzo 2020: un -35% frutto del raffronto tra le 276 denunce di un anno fa e le 180 di questi ultimi tre mesi che comprendono anche le settimane che hanno preceduto l'entrata in vigore delle misure per evitare il contagio da Coronavirus. Le segnalazioni di furti in generale sono diminuite del 69% se si guarda alle 343 denunce del marzo 2019 in confronto alle 105 di quest'anno; percentuale che si dimezza (-32%) se si mettono uno di fronte all'altro i numeri dei primi tre mesi dell'anno scorso (988 denunce) con quelli di quest'anno (667). Si registrano sempre meno reati legati allo spaccio di droga: dalle 86 segnalazioni dei primi tre mesi del 2019 siamo passati alle 28 di quest'anno (-67%).