Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Truffa impresa con finti funerali: arrestato

Luca Serafini
  • a
  • a
  • a

Truffa impresa funebre con finti funerali e viene arrestato. Un uomo di 53 anni, residente ad Arezzo ma originario della provincia di Siena, è stato arrestato per un inganno da 50 mila euro ad un'impresa funebre dell'hinterland di Roma. Spacciandosi per il titolare di una ditta che aveva in gestione ospizi e case di cura, aveva proposto una convenzione particolare alla ditta romana, assicurando una corsia preferenziale nel poter poi svolgere i servizi funebri per i numerosi decessi che ci sarebbero stati. L'impresa, spiegano i carabinieri della compagnia di Arezzo, ha accettato di pagare un acconto, dietro alla convincente presentazione dell'affare da parte dell'uomo, che produceva anche documenti credibili. Poi il bluff è venuto a galla, ad opera dei militari dell'Arma: non c'erano né ospizi, né case di cura. Il 53enne eseguiva le truffe, questa ed altre, mentre era in detenzione domiciliare.  Nella giornata di mercoledì 27 giugno i Carabinieri della Stazione di Arezzo hanno proceduto all'esecuzione del decreto di sospensione della detenzione domiciliare nei confronti del truffatore seriale, che deve scontare un condanna per un cumulo di pena. Era stato scarcerato e ammesso al regime della detenzione domiciliare presso la propria abitazione di Arezzo nel 2015 a causa di problemi di salute. Lo stesso però, in 5 occasioni, sarebbe evaso dalla propria abitazione per eseguire delle truffe nei territori di Arezzo, Siena, Milano, Macerata, e Roma. Nell'ultimo episodio, risalente a quest'anno, spacciandosi per il titolare di una ditta che aveva in gestione varie case di cura e ospizi, truffava i titolari di una ditta di onoranze funebri della provincia di Roma, facendosi consegnare decine di migliaia di euro. L'uomo veniva così arrestato ed associato presso la locale casa circondariale.