Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Spedito lo zaino del soldatoIn Canada lo attende la figlia

Luca Serafini
  • a
  • a
  • a

Spedito questa mattina da Subbiano lo zaino appartenuto ad un soldato del Canada che ha partecipato alla liberazione dell'Italia nel 1944. Trovato dallo studente Lorenzo Campus, 23 anni, lo zaino è stato inviato con pacco postale. Si chiude così il cerchio della indagine promossa dal giovane e di cui per primo ha dato notizia il Corriere di Arezzo. Notizia poi ripresa dai siti aretini e soprattutto dalla Cbc di Montreal che ha dedicato un servizio in prima serata. Lo zaino arriverà nelle mani della signora Francine, figlia di Paul-Étienne Saint-Laurent, il soldato poi tornato in patria e morto per infarto nel 1993. Il giovane di Subbiano appassionato di storia e in particolare di seconda guerra mondiale è stato invitato in Canada. Il ritrovamento dell'oggetto appartenuto al padre ha commosso la figlia. Lorenzo ha appreso della individuazione della figlia del soldato mentre era in diretta con il programma televisivo. Nato nel 1919 a Matane, nel Quebec dopo un'infanzia difficile si arruolò nel 1941, unendosi al 57esimo reggimento antiaereo leggero della Royal Canadian Artillery come cannoniere, abbattendo aerei tedeschi. Nel 1944 con la Royal 22nd Regiment venne in Italia. Il suo zaino rimase, non si sa per quale motivo, in una stalla dell'Appennino Tosco Emiliano. I soldati canadesi erano passati da Civitella e Pergine con direzione Firenze e Bologna. In precedenza gli artiglieri canadesi avevano operato anche in Valtiberina.