Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

E' morto travolto dalla pienaTanganelli vittima del diluvio

Pergentino Tanganelli e il luogo della tragedia

Luca Serafini
  • a
  • a
  • a

Morto nel diluvio, trascinato dalla piena nel fosso. Si chiamava Pergentino Tanganelli il settantenne morto a Olmo durante l'eccezionale precipitazione piovosa di sabato 27 luglio che si è abbattuta su Arezzo e nella zona a sud del territorio comunale. Una persona bravissima, generoso, impegnato nella vita del paese. Abitava al Matto, era dirigente della società sportiva Olmoponte per la quale si adoperava alla biglietteria e come factotum. L'auto che stava guidando, una Bmw, si è fermata nella zona delle Ristradelle, non lontano dal campo sportivo di Olmo, e da quello che è stato possibile ricostruire, l'uomo dopo averla chiusa a chiave ha tentato di tornare verso casa a piedi. L'acqua lo deve avere travolto senza dargli scampo. A ritrovare il corpo questa mattina sono state delle persone che lo stavano cercando, dopo l'appello lanciato dai familiari anche con post e foto su facebook. Il recupero è avvenuto ad opera dei vigili del fuoco di Arezzo intervenuti sul posto insieme al 118. Pergentino Tanganelli, pensionato dell'Agenzia delle Entrate, lascia la moglie e i figli. Commozione e dolore per la fine terribile di una persona altruista che si è trovata nel posto sbagliato al momento sbagliato. Il decesso potrebbe essere per annegamento, ma anche per altre cause. Del caso si sta occupando la procura della repubblica che potrebbe disporre accertamenti di medicina legale.