Donne uccise e assassini mai trovati: quei due casi aretini

Majilinda, uccisa nel 1997

AREZZO

Donne uccise e assassini mai trovati: quei due casi aretini

01.09.2019 - 17:59

0

Trentuno anni fa non esistevano i sofisticati metodi di indagine scientifica di oggi. E neanche il termine “femminicidio”. Che tra l'altro viene poco applicato quando ad essere uccise sono donne che esercitano il più antico mestiere del mondo. La “Mariona” era una di loro. Aveva 53 anni quando le tagliarono la gola nel boschetto del Torrino dove si appartava con i clienti. Un omicidio irrisolto.

Un caso che aleggia nella storia di Arezzo, sospeso tra cronaca nera e costume. Una donna del popolo che sarà anche stata di facili costumi e da biasimare, ma che suscitava in tutti simpatia. Attaccatissima alla famiglia. Fu assassinata nel pomeriggio del 5 ottobre del 1988, il corpo venne trovato dopo le 23. Quella sera la Mariona non era tornata a casa dal lavoro che esercitava lungo la strada che collega Arezzo con Palazzo del Pero. L'allarme alla polizia partì dai familiari. Anche l'ex marito si mise alla ricerca. Quando trovarono il cadavere si pensò a un malore. Invece Anna Maria aveva ricevuto dodici coltellate. Una lama appuntita, non ritrovata, le aveva reciso la trachea. Nel borsello mancavano i soldi, ma una mano stringeva una banconota da 50 mila lire. Rapina o messinscena? Le indagini coordinate dal compianto magistrato Silvano Anania, si rivelarono subito in salita. La pioggia della notte alterò il luogo del delitto. Tracce impercettibili e indecifrabili. Allora non c'erano cellulari da esaminare né tabulati telefonici da interpretare. Test dna assente. Gli esami scientifici avevano grandi limiti.

Chi ha ammazzato la Mariona e perché, non si è mai saputo. Un cliente occasionale, tra camionisti e automobilisti di passaggio, o qualcuno che lei conosceva bene? Cosa successe? Il movente erano i soldi o c'era dell'altro? Ad un certo punto l'inchiesta sembrava aver imboccato una pista calda. Poi niente. Cominciarono a passare i giorni, le settimane, i mesi, gli anni. Il sasso su cui stazionava la Mariona a bordo strada, in attesa, con una rivista in mano, è rimasto vuoto. Ma la Mariona, rimasta senza giustizia, è rimasta nella memoria collettiva di Arezzo.

---

Neanche il dottor Roberto Rossi, magistrato tenace e di indiscusso fiuto, riuscì a venire a capo dell'omlcidio di Majilinda Maksud Hymeri. Albanese, 25 anni ancora da compiere, bionda dal fisico esile, venne trovata cadavere nel fosso lungo via di Pescaiola, tra Mugliano e San Giuliano. Era il 3 marzo 1997. Gettata dalla macchina e abbandonata nella campagna. Con il corpo martoriato. Majilinda era una lucciola della zona a luci rosse alla periferia della città.

L'autore dell'omicidio è riuscito a rimanere nell'ombra. La ragazza era stata picchiata selvaggiamente, aveva sul collo i segni di compressione provocata con il laccio di un seggiolino d'auto per bambini o con una cintura. E soprattutto, all'addome, due fori lasciati da un revolver. Imponente e senza risparmio di energie il lavoro degli inquirenti. Sforzi vani. Giaccone, minigonna nera, stivali, Majilinda era uscita la sera prima per il suo lavoro - sfruttata o consenziente - ma aveva pagato caro qualcosa. Forse uno sgarro, o il tentativo di uscire dal giro.

Dopo la sua morte Arezzo fu teatro della sanguinosa guerra tra bande di albanesi e rumeni per il controllo delle piazze del sesso: sparatorie alla Chiassa, all'Orciolaia, a Olmo.

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Lega a Pontida, tutte le stravaganze dei manifestanti

Lega a Pontida, tutte le stravaganze dei manifestanti

(Agenzia Vista) Pontida, 15 settembre 2019 Lega a Pontida, tutte le stravaganze dei manifestanti Le immagini dei manifestanti più stravaganti di Pontida, tra tatuaggi, scritte in russo e travestimenti. Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev agenziavista.it

 
Il bacio di Salvini ai simboli religiosi regalati dai fan

Il bacio di Salvini ai simboli religiosi regalati dai fan

(Agenzia Vista) Pontida, 15 settembre 2019 Il bacio di Salvini ai simboli religiosi regalati dai fan Matteo Salvini, dopo il discorso dal palco della manifestazione di Pontida, si è concesso un bagno di folla assieme ai simpatizzanti della Lega. Alcuni di questi gli hanno regalato alcuni simboli religiosi, che il leader ha prontamente baciato. Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev ...

 
Bagno di folla per Salvini dopo il discorso dal palco di Pontida

Bagno di folla per Salvini dopo il discorso dal palco di Pontida

(Agenzia Vista) Pontida, 15 settembre 2019 Bagno di folla per Salvini dopo il discorso dal palco di Pontida Matteo Salvini, dopo il discorso dal palco della manifestazione di Pontida, si è concesso un bagno di folla assieme ai simpatizzanti della Lega. Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev agenziavista.it

 
Salvini sul palco con striscione "Bambini Strappati"

Salvini sul palco con striscione "Bambini Strappati"

(Agenzia Vista) Pontida, 15 settembre 2019 Salvini sul palco con striscione "Bambini Strappati" Matteo Salvini, leader della Lega, sul palco della manifestazione di Pontida. Insieme ad alcuni bambini, tra cui una delle minori di Bibbiano restituite alle famiglie, Salvini ha esposto lo striscione "Bambini Strappati", in riferimento alla vicenda del comune emiliano. Fonte: Agenzia Vista / Alexander ...

 
"La professione del fabbro va tutelata", l'appello lanciato durante la Biennale dell'arte fabbrile

Stia

"La professione del fabbro va tutelata", l'appello lanciato durante la Biennale dell'arte fabbrile

"Il fabbro non è una figura professionale riconosciuta e stiamo lavorando (insieme ad un’agenzia formativa) per farla inserire nel catalogo delle figure professionali. Anche ...

31.08.2019

La Compagnia del Polvarone al Ferragosto Puggiulino con la commedia "La calunnia è un venticello"

Arezzo

Compagnia del Polvarone: in scena "La calunnia è un venticello"

Tradizionale appuntamento del Ferragosto Puggiulino di Arezzo con la Compagnia del Polvarone, che come consuetudine da alcuni anni presenta proprio a Le Poggiola l’anteprima ...

16.08.2019

Torna il Concorso Polifonico Internazionale ad Arezzo

Dal 17 al 24 agosto

Torna il Concorso Polifonico Internazionale ad Arezzo

La musica polifonica internazionale si incontra ad Arezzo: dal 17 al 24 agosto, la Fondazione Guido d’Arezzo rinnova l’appuntamento con il Concorso Polifonico Internazionale ...

11.08.2019