Omicidio, Maria in chat: "Torna da me, l'altra di tradisce"Dubbi del giudice su movente, casa a soqquadro e arma

AREZZO

Omicidio, Maria in chat: "Torna da me, lei ti tradisce"
Dubbi del gip su movente, casa a soqquadro e arma

11.09.2019 - 08:57

0

Omicidio di Via della Robbia, dubbi del gip su movente dell'omicidio e dinamica: l'utilizzo dell'arma (il pezzo di ferro) e sul perché Federico Ferrini sia rimasto a lungo nella casa della vittima dopo averla uccisa. Ha messo tutto a soqquadro, scrive il giudice che ne ha convalidato il fermo, come se cercasse qualcosa, tra l'altro con il rischio di essere scoperto. Ha trovato ciò che cercava? E cosa? O forse voleva inscenare un furto dopo aver colpito con la sbarra di ferro la donna alla testa e averla legata con la corda al letto? Dubbi da sciogliere.

Il gip Fabio Lombardo solleva perplessità anche sul perché dell'azione omicidiaria di Ferrini che nella confessione ha detto di aver ammazzato Maria Aparecida Venancio De Sousa perché lei lo avrebbe ricattato. In realtà nella chat su whatsapp che inizia nel 2017 e di cui il Corriere di Arezzo in edicola riporta alcuni frammenti ("Torna da me, la mia porta è aperta"), non c'è traccia di messaggi in cui la sessantenne brasiliana eserciti pressioni, chieda denaro, paventi minacce. Per lo più si tratta di messaggi in cui Maria, dopo la rottura della loro relazione che aveva travalicato il rapporto con un semplice cliente, cerca di riconquistarlo. Lui resta freddo. Solo negli ultimi tempi le risponde perché Maria, ingelosita dalla relazione di Federico con una giovane rumena, che secondo le carte dell'inchiesta sarebbe una collega della brasiliana, esprime contrarietà, gli fa sapere che la nuova fidanzata lo tradisce dicendo che ha qualcosa da mostrargli.

Il giudice dunque invita gli inquirenti a fare ulteriore luce. Anche sulla possibile contestazione dell'aggravante della premeditazione. Perché è poco credibile, secondo il gip, che si vada ad un chiarimento con una persona con una spranga di ferro in mano. Tanto più se si sa che la persona è la prima che desidera riallacciare una relazione e quindi è ben disposta all'incontro. Maria aprì la porta alle 3.33. Quando Ferrini viene ripreso dalle telecamere che esce definitivamente dal luogo del delitto sono le 5.28. Il delitto si colloca intorno alle 4.30 quando nella palazzina occupata da altre donne e trans, viene sentito un urlo.

Nella confessione, Ferrini ha detto di aver incontrato giorni prima Maria all'Esselunga. Lui era con la fidanzata rumena e lei con il marito separato. L'imprenditore agricolo del Casentino afferma che la brasiliana lo avrebbe minacciato in quella circostanza. Poi i tabulati rilevano una telefonata tra i due alle 18 della domenica 25 agosto. Nella notte il lungo appostamento, dalle 21 in poi, sotto casa. Poi il delitto. Sul quale, nonostante vi sia in carcere un uomo reo confesso, ci sono ombre da dissolvere. Qualcosa non torna.

Nella chat tra Maria e Federico tante espressioni in cui emerge il sentimento della donna: un'amicizia molto particolare. La nostalgia di quando lui le faceva massaggi, l'augurio che possa avere una vita felice, la gelosia verso la nuova fidanzata che Maria sconsiglia a Federico. Tanti emoticon con cuoricini, audio e animazioni per fare saluti carini al 37enne che adesso è in carcere per averla uccisa.

ARTICOLI SUL CORRIERE DI AREZZO IN EDICOLA E ON LINE DEL 11 SETTEMBRE

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Libia, Conte: "Via militare non e' sostenibile"

Libia, Conte: "Via militare non e' sostenibile"

(Agenzia Vista) Roma, 11 novembre 2019 Libia, Conte via militare non e' sostenibile Il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha incontrato Angela Merkel a Villa Pamphili. Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev

 
Conte: "Vicino a militari feriti in Iraq"

Conte: "Vicino a militari feriti in Iraq"

(Agenzia Vista) Roma, 11 novembre 2019 Conte vicino a militari feriti in Iraq Il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha incontrato Angela Merkel a Villa Pamphili. Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev

 
"Genesis", il tecno-thriller dello scrittore aretino Gianlorenzo Casini

Arezzo

"Genesis", il tecno-thriller dello scrittore aretino Gianlorenzo Casini

Alla fine del XXI secolo la replicazione umana è realtà e vi fa ricorso regolarmente un’umanità sempre più alienata. Solo uno strumento pare in grado di individuare chi ne fa ...

10.11.2019

Alle Fornaci "Romeo e Giulietta. L'amore è saltimbanco"

Terranuova Bracciolini

"Romeo e Giulietta. L'amore è saltimbanco"

La famosa tragedia shakespeariana di Romeo e Giulietta diventa Commedia dell’Arte e la Tosca di Puccini si trasforma in una fiaba per bambini: sono questi gli appuntamenti ...

07.11.2019

Sudwave Festival , la seconda giornata

Arezzo

Sudwave Festival , la seconda giornata

“Un festival più verde”: questo il titolo dell’incontro di venerdì 8 novembre, alle ore 15 al Circolo Artistico, per il secondo giorno di Arezzo Sudwave Festival & Convention....

07.11.2019