Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Zaino del soldato nel museo E lo studente diventa "eroe"

Luca Serafini
  • a
  • a
  • a

Lo zaino del soldato riconsegnato alla figlia, in Canada, ora è esposto nel museo del Quebec. Giorni fa si è tenuta una cerimonia durante la quale lo studente aretino Lorenzo Campus, 23 anni, protagonista della vicenda, è stato celebrato e ascoltato in videoconferenza. Si recherà anche in Canada per incontrare i discendenti del militare il cui oggetto è stato rinvenuto in una stalla nell'Appennino. Campus, appassionato di seconda guerra mondiale, ha studiato lo zaino e la scritta che recava riuscendo a risalire all'identità del militare. Ora il cimelio è custodito in una teca. Reduci canadesi hanno proposto che Lorenzo diventi membro onorario delle forze armate del Canada. La storia, seguita dai media canadesi, ha assunto rilievo federale. Il soldato al quale apparteneva lo zaino si chiamava Paul-Étienne Saint-Laurent ed era nato 1919 a Matane, nel Quebec. Si arruolò nel 1941, unendosi al 57esimo reggimento antiaereo leggero della Royal Canadian Artillery come cannoniere, abbattendo aerei tedeschi. Nel 1944  fu trasferito al Royal 22nd Regiment. E proprio in quell'anno approdò in Italia. Era un soldato semplice e probabilmente transitò dal territorio aretino. Lo zaino rimase non si sa per quale motivo nell'Appennino Tosco Emiliano. Grande commozione da parte della figlia Francine. Il padre è morto nel 1993. A primavera Lorenzo Campus sarà in Canada per incontrare la donna e le autorità locali.