Ciolfi: "Coingas con Aisae via i partiti o muore"

AREZZO

Ciolfi: "Coingas con Aisa
e via i partiti o muore"

06.10.2019 - 09:18

0

”Coingas ha il destino segnato: la liquidazione. E' una scatola vuota, senza dipendenti né operatività, che spende soldi in consulenze e si limita a erogare i dividendi di Estra. Serve che recuperi la sua anima di azienda industriale per non disperdere e anzi valorizzare un patrimonio di decine di milioni di euro”.

E' categorico Alberto Ciolfi, lo storico ex presidente di Coingas negli anni d'oro del metano. Con tristezza assiste alla vicenda giudiziaria che scuote la spa dei 27 comuni aretini, il municipio di Arezzo e i vertici di Estra. Ma Ciolfi preferisce parlare di prospettive. “Anziché avvitarsi su se stessa, Coingas ha una via di uscita preziosa: consolidare un nuovo business industriale con la fusione per incorporazione di Aisa. Ne possono nascere sinergie per una seria politica ambientale a vantaggio del territorio, come ad esempio il teleriscaldamento”.

Perso ormai da dieci anni il ruolo operativo con la nascita della partecipata Estra, Coingas ne è di fatto il passivo passacarte dei dividendi, appannaggio dei comuni. Un rapporto, quello con Estra, che Ciolfi definisce “incestuoso”. Perché, dice, “Coingas deve esercitare un controllo ravvicinato e stringente su Estra, invece oggi il controllato controlla il controllore”. Urge cambiare. “Sono sempre più necessari manager professionisti ai livelli apicali dell'azienda e non figure che devono rispondere ai partiti. C'è anche una significativa differenza fra presente e storia recente in cui Coingas ha invece espresso eccellenze di governance. L'azienda è stata scuola di formazione delle competenze; abbiamo avuto tanti esempi di vera eccellenza manageriale ed amministrativa”.

Alberto Ciolfi insiste: “Coingas deve vigilare per garantire che non ci sia depauperamento degli asset conferiti ad Estra: l'attenzione alla rete di distribuzione del gas è la priorità assoluta per aumentare l'efficienza operativa a salvaguardia dei comuni. Reti obsolete, le più vecchie ormai con cinquant'anni di vita, che vanno sostituite. Investimenti fermi da tempo”. Vivere di rendita sui dividendi non paga.

“Il cambiamento va anticipato”, dice l'ex zar aretino del metano. Sono lontani i tempi gloriosi in cui, dagli anni ‘70 in su, l'idrocarburo “dava una mano” in modo eccezionale, con costi contenuti, e trasformò il territorio. “L'elettrificazione e l'uso diffuso di pellet, ad esempio, remano contro l'utilizzo del metano”, osserva Ciolfi. “E gli oneri di concessione da versare ai comuni proprietari delle reti - aggiunge - avranno un consistente aumento, a seguito delle imminenti gare, così la società dovrà sborsare in anticipo un maggior onere rispetto ad oggi che distribuisce solo dividendi”. Serve, secondo Ciolfi, alzare lo sguardo, anche per il livello manageriale e amministrativo.

“Non si possono scegliere, con tutto il rispetto, persone ai vertici solo per la fedeltà politica. Il rappresentante politico che fa i suoi interessi e quelli di chi lo ha imposto, non fa gli interessi di tutti. Mentre li fa il manager professionista, che fa gli interessi degli azionisti. Le grandi aziende energetiche in Italia hanno ai vertici manager professionisti, questo doveva avvenire a seguito della aggregazione tra Arezzo,Prato e Siena”. Ciolfi, uomo della sinistra, da parte sua rivendica per il passato di aver svolto “un ruolo super partes”.

E al di là della vicenda giudiziaria, lancia l'allarme per l'azienda di servizi pubblici: “In mancanza di una ripartenza industriale, non rimane che lo scioglimento di Coingas e diluire le partecipazioni in Estra del 25% dei 27 comuni soci che potranno svolgere appieno il loro ruolo di azionisti”.

Per Ciolfi anziché spendere in consulenze per inventarsi servizi impraticabili, con risorse che poi vanno ad amici degli amici, la strada da percorrere è l'incorporazione di Aisa, conveniente a Coingas, che ha patrimonio, per tornare da scatola vuota ad azienda operativa, e ad Aisa per perseguire i nuovi obiettivi nella valorizzazione dei rifiuti. Al Nord Italia ci sono esempi virtuosi ad esempio nel teleriscaldamento.  “Nel frattempo - conclude mister metano - l'azione di nullità decisa dall'assemblea Coingas delle consulenze oggetto di indagine, è doverosa. Ma la vera discontinuità è rilanciare Coingas”. 
Luca Serafini

Condividi le tue opinioni su Corriere dell'Umbria

Caratteri rimanenti: 400

Più letti oggi

Mediagallery

Attacchi hacker e fake news, "è iniziata l'era della cyber war"

Attacchi hacker e fake news, "è iniziata l'era della cyber war"

Bratislava, 22 ott. (askanews) - L'era della guerra cibernetica "è già cominciata". Lo sostengono i massimi esperti di cyber security riuniti a Bratislava per il "Global press event" di Eset, una società leader nel settore. Non ci sono soltanto gli attacchi di hacker appoggiati dai militari e i virus informatici per destabilizzare interi Paesi. La cyber war è fatta anche di fake news per colpire ...

 
Carcere evasori, Bonafede: "Risultato epocale, segnale importante a cittadini onesti"

Carcere evasori, Bonafede: "Risultato epocale, segnale importante a cittadini onesti"

(Agenzia Vista) Roma, 22 ottobre 2019 Carcere evasori, Bonafede risultato epocale, segnale importante a grandi evasori Le parole del Ministro della Giustizia Alfonso Bonafede al termine del Consiglio dei Ministri. Nel corso del vertice di maggioranza che ha anticipato la riunione, si è trovata la quadra sul tema del carcere ai grandi evasori. Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev

 
Carcere evasori, Bonafede: "Non temo modifiche in Parlamento"

Carcere evasori, Bonafede: "Non temo modifiche in Parlamento"

(Agenzia Vista) Roma, 22 ottobre 2019 Carcere evasori, Bonafede non temo modifiche in Parlamento Le parole del Ministro della Giustizia Alfonso Bonafede al termine del Consiglio dei Ministri. Nel corso del vertice di maggioranza che ha anticipato la riunione, si è trovata la quadra sul tema del carcere ai grandi evasori. Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev

 
Brexit, Lamberts (Verdi): "Inverosimile voto Parlamento Ue su accordo giovedì"

Brexit, Lamberts (Verdi): "Inverosimile voto Parlamento Ue su accordo giovedì"

(Agenzia Vista) Strasburgo, 21 ottobre 2019 Brexit, Lamberts (Verdi): "Inverosimile voto Parlamento Ue su accordo giovedì" "Inverosimile voto Parlamento Ue su accordo giovedì". Così il il copresidente del gruppo dei Verdi Philippe Lamberts, intervenuto al termine di una Conferenza dei Presidenti presso la sede di Strasburgo del Parlamento Europeo sul tema della Brexit. Fonte: Agenzia Vista / ...

 
"Arezzo Classica" apre con "Le Quattro Stagioni" e lo spettacolo di sabbia

La rassegna

"Arezzo Classica" apre con "Le Quattro Stagioni"

“Le Quattro Stagioni” di Vivaldi diventano spettacolo di sabbia per inaugurare “Arezzo Classica” la rassegna dedicata alla grande musica sinfonica e da camera voluta da ...

12.10.2019

"Sud Wave", Mauro Valenti e Sugar lanciano un "ponte" tra Arezzo e Parigi con la musica contemporanea

Il festival

"Sud Wave", Mauro Valenti e Sugar lanciano il festival

Parigi chiama, Arezzo risponde: un’onda di musica connetterà l’Europa del sud. Dai concerti in Francia alla “borsa mercato” della migliore musica contemporanea, all’omaggio ...

07.10.2019

Stagione di prosa al Teatro Petrarca: su il sipario a novembre con "La scuola delle mogli"

Arezzo

Stagione Teatro Petrarca: su il sipario a novembre 

Si alza il sipario sulla stagione teatrale che la Fondazione Guido d’Arezzo, insieme alla Fondazione Toscana Spettacolo onlus e Comune di Arezzo, propongono al Teatro ...

05.10.2019