Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Offerta Ieg: 4,4 milioni per acquisire OroArezzo e Gold/Italy

Cagnoni (Ieg), Bianchi (Arezzo Fiere) e Benvenuti

Luca Serafini
  • a
  • a
  • a

Italian Exhibition Group (Ieg), società quotata in Borsa, leader in Italia nell'organizzazione di eventi fieristici e tra i principali operatori del settore fieristico e dei congressi a livello europeo, ha inviato ad Arezzo Fiere e Congressi S.r.l. l'opzione di acquisto per “OroArezzo” e “GoldItaly”. Attualmente è in essere l'accordo dell'aprile 2017 in virtù dei quali Ieg ha assunto la gestione in esclusiva delle manifestazioni fieristiche orafe aretine made in Italy “OroArezzo” e “GoldItaly” per il periodo 2017-2021. La compravendita poteva avvenire nel 2021, ma la trattativa è maturata prima. Attraverso l'esercizio dell'opzione IEG potrà anticipare il consolidamento della propria leadership nel settore dell'oreficeria e della gioielleria. Il valore proposto per l'acquisizione dei beni e dei diritti inerenti le manifestazioni, cui si deve aggiungere un divieto di concorrenza nel settore della gioielleria e dell'oreficeria da parte di Arezzo Fiere e Congressi, è determinato da una componente fissa di Euro 3.494.000 e da una componente variabile che potrà raggiungere un valore massimo di Euro 956.000 al verificarsi di alcune condizioni legate alla manifestazione “OroArezzo 2020”. Il punto di caduta dell'operazione è dunque sui 4,4 milioni. Qualora Arezzo Fiere e Congressi accetti la proposta e si proceda al trasferimento dei beni e dei diritti inerenti le manifestazioni, IEG non dovrà sostenere l'onere per il canone di concessione delle manifestazioni aretine per l'esercizio 2020, pari a complessivi Euro 1.144.000. Reazioni positive in Arezzo Fiere e Congressi, con la trattativa condotta dall'amministratore Sandra Bianchi e dal consulente Luca Benvenuti. A metà novembre l'assemblea dei soci. La proposta viene definita in una nota "sensibilmente migliorativa" rispetto alle precedenti. Importanti risorse per ripianare lo squilibrio nei conti della società i cui soci istituzionali sono Regione Toscana, Provincia, Comune di Arezzo, Camera di Commercio. ARTICOLO SUL CORRIERE DI AREZZO IN EDICOLA E ON LINE DEL 29 OTTOBRE