Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Daniele Bennati lascia il ciclismo

Luca Serafini
  • a
  • a
  • a

Daniele Bennati lascia il ciclismo. Lo ha annunciato alla Gazzetta dello Sport e sui social, e la squadra Movistar ha diffuso un comunicato ufficiale. Si chiude così la carriera, splendida, di uno dei migliori atleti di Arezzo e provincia, esempio a livello nazionale e internazionale. Lo stop maturato negli ultimi giorni arriva a sorpresa, perché il Benna nei programmi aveva un'altra stagione o due di attività tra i professionisti. Ma i problemi alla schiena successivi all'ultimo infortunio, quello dello scorso aprile, hanno fatto saltare i progetti. Nel dare l'annuncio della decisione, con il sorriso sulle labbra nonostante il rammarico, Daniele ringrazia tutti i suoi sostenitori che lo hanno seguito e incitato sulle strade e, ovviamente, ringrazia la famiglia. Un bilancio più che positivo per il corridore nato a Castiglion Fiorentino, che non ha nascosto l'unico rimpianto: "Mi manca la vittoria della Sanremo". Daniele Bennati ha anche sottolineato il lungo sodalizio, diciotto anni, con il procuratore Battaglin. Adesso si apre per il Benna una nuova stagione che lo vedrà sicuramente impegnato con altri ruoli nel mondo dello sport. Movistar, ha comunicato così la novità. "Oggi salutiamo Daniele Bennati, che sta mettendo fine a una leggendaria carriera sportiva di 18 anni, con 54 vittorie nella sua carriera, dopo tre stagioni indossando i nostri colori. In qualità di membro della Movistar Team, è stato un vero direttore sportivo sulla bici, un aiuto prezioso per i nostri leader. ⁣Daniele è un esempio di eleganza, sia dentro che fuori dalla bici. Al di sopra del suo indiscutibile talento, c'è sempre stato un carattere magnifico, pieno di gentilezza e generosità. Un infortunio alla schiena, reso peggiore da un incidente subito durante la Vuelta a Castilla y León di quest'anno, che gli ha causato anche una frattura alla caviglia -, terrà l'italiano lontano dalle corse. Eppure siamo sicuri che il meglio deve ancora arrivare". Daniele Bennati, detto il Pantera, ha 39 anni ed è professionista dal 2002. Ha vinto due giri del Piemonte, tre tappe al Giro d'Italia, due al Tour de France, sei alla Vuelta. Ha corso per Acqua e Sapone, Domina Vacanze, Phonak, Lampre, Liquigas, Leopard Trek, Radio Shack, Saxo Bank, Tinkoff e Movistar. E' stato più volte in maglia azzurra ai Mondiali di Ciclismo. Questo il testo del suo annuncio sui social: ‘Caro Benna, devi scendere'. Questo mi ha detto la mia schiena qualche giorno fa. Ed io, che altrimenti da solo non l'avrei mai fatto, l'ho dovuta assecondare, nonostante abbia lottato come in uno sprint con l'Arco di Trionfo davanti, per sconfiggere il dolore, nell'estremo tentativo di recuperarla al 100%. Ma non posso prendermela con lei che mi ha sorretto per tutti i 18 anni di una carriera che per me ha i colori dell'arcobaleno, e come colonna sonora gli applausi di chi mi ha atteso lungo tutte le strade del mondo ore ed ore per vedermi passare soltanto per un secondo. Adesso sono io ad applaudire tutti quelli e sono tanti, troppi per nominarli tutti, che mi hanno aiutato a raggiungere importanti traguardi, a resistere al freddo delle montagne, al caldo del deserto, al vento, alla pioggia, alla neve, a vincere per 54 meravigliose volte. Adesso sono io che non attenderò neppure un secondo per trascorrere ore ed ore con chi mi ha regalato calore aspettandomi in punta di piedi. Adesso sono io a ringraziarvi e perché no, anche la mia inseparabile schiena che questa volta mi ha aiutato nell'impresa per me più difficile: scendere dalla bici. Sono sceso, ma da domani riparto per nuove avventure dove credo ci sarà sempre, sullo sfondo, quello splendido oggetto con due ruote a pedali che per me è la vita. A presto Benna❤ #liniziodiunanuovaera #staytuned