Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

"Molestata dall'avvocato": dodicenne sentita dal gip

Il  giudice Angela Avila

Luca Serafini
  • a
  • a
  • a

La dodicenne che accusa un avvocato di Arezzo di atti sessuali è stata ascoltata ieri dal giudice Angela Avila. Nell'audizione avrebbe confermato il racconto iniziale, che risale alla scorsa estate, e cioè le molestie subite da parte del professionista aretino. Una festa in piscina a casa dell'uomo, quarantenne, alla quale partecipavano altri minori e durante la quale sarebbero avvenuti i toccamenti finiti al centro del delicato procedimento penale. Non vi sarebbero testimoni diretti, tutto ruota sulle parole della bambina. Nell'incidente probatorio sono state ascoltate anche due amichette della dodicenne alle quali lei avrebbe confidato quello che le era successo. L'inchiesta partita dalla denuncia dei genitori della minorenne è condotta dal pm Elisabetta Iannelli e dopo questo passaggio, acquisiti gli elementi disponibili, si avvia verso la conclusione. Il magistrato, valutata l'esistenza o meno di elementi per sostenere l'accusa, dovrà decidere se chiedere il rinvio a giudizio dell'avvocato o se chiedere l'archiviazione. Sulla vicenda c'è il massimo riserbo. L'audizione di ieri si è svolta in modo protetto, con l'assistenza di psicologi e un dispositivo di massima discrezione per non creare traumi alla bambina e alle altre minori. Erano presenti il pm Elisabetta Iannelli e gli avvocati delle parti: Piero Melani Graverini per l'indagato e Laura Fanticelli per la parte offesa.