Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Cortona, tanica lanciata contro il sindaco

Luca Serafini
  • a
  • a
  • a

Tanica lanciata contro il sindaco di Cortona. "Non permetterò a nessuno di intimidirmi", dichiara Luciano Meoni. L'episodio segnalato ai carabinieri. A darne notizia sul profilo facebook, venerdì sera 22 novembre, è stato lo stesso primo cittadino cortonese che guida il comune della Valdichiana da primavera con una coalizione di centrodestra. "Alcuni giorni fa, al mattino, appena aperta la porta di casa, ho notato una tanica, probabilmente lanciata da qualcuno nella notte, la stessa era a terra vicino al portone di ingresso della mia abitazione, tanica contenente un liquido, in parte avvolta da nastro marrone da pacchi il quale era servito probabilmente a fare il manico per lanciarla. Chiaramente sono intervenute le forze dell'ordine, come è giusto che sia, per questo ringrazio tutti gli operatori". Il sindaco Luciano Meoni, continua:"Trascorsi alcuni giorni, posso dire che non permetterò a nessuno di intimidirmi, questi gesti sono vili e non sono tollerabili, non ho paura e non intendo neanche fare del vittimismo, cerco ogni giorno di comportarmi bene, lavorando, in base alle mie capacità per il bene pubblico, rispetto la democrazia e le istituzioni, tuttavia posso dire che questo clima di odio non mi piace". Molte le reazioni e gli attestati di solidarietà. Anche il Pd di Cortona, che con il centrosinistra è stato sconfitto al ballottaggio alle ultime elezioni, ha condannato con fermezza l'episodio ed espresso vicinanza al sindaco. "La nostra piena solidarietà a Luciano Meoni Sindaco. Fatti come questo sono inaccettabili e non devono esistere in una comunità democratica. La dialettica politica può essere aspra, ma non deve mai oltrepassare certi limiti".