Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Bambino di 5 anni ucciso dal cavallo, assolti i genitori

Il giudice Giulia Soldini ha emesso la sentenza

Luca Serafini
  • a
  • a
  • a

Bambino ucciso da un cavallo, assolti i genitori finiti a processo per omicidio colposo per omessa custodia di animale. La tragedia risale al maggio 2014 a Cà di Buffa, località del comune di Arezzo, e la sentenza del giudice Giulia Soldini è di ieri, mercoledì 27 novembre. La tragedia si era consumata nel maneggio privato della famiglia dove un cavallo, libero, urtò il bimbo di cinque anni che stava camminando lungo un sentiero. Il trauma all'addome si rivelò fatale. La procura aveva chiesto la condanna del babbo e della mamma a 4 mesi di reclusione, con le attenuanti generiche, sostenendo che anche se il cavallo era mansueto, solo per la stazza poteva rappresentare un rischio per i piccoli frequentatori del recinto. Il giudice non ha ravvisato colpe nei genitori che quindi, oltre alla pena infinita per la perdita del figlio avvenuta davanti ai loro occhi, non avranno anche quella giudiziaria. Quel pomeriggio i soccorsi al bambino si rivelarono vani: l'impatto avvenne con un arto anteriore del cavallo, che non lasciò segni esterni evidenti. Si pensò anche ad un malore, poi l'autopsia ha stabilito il nesso tra urto e decesso. Nella concitata situazione anche la mamma cadde a terra con in braccio l'altro figlioletto che riportò una frattura. A distanza di cinque anni cala il sipario su una vicenda che commosse gli aretini.