Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Droga, cinque arresti dopo la morte di Luca Moretti

Luca Serafini
  • a
  • a
  • a

Cinque arresti per droga: svolta nelle indagini dei carabinieri successive alla morte di Luca Moretti, il giovane di Rigutino trovato cadavere in un campo nei pressi di Policiano. Le misure sono scattate per quattro albanesi e una donna aretina. Il reato è di concorso continuato in detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti. Denunciati in stato di libertà sette stranieri per gli stessi reati. Dodici le perquisizioni domiciliari e personali. L'attività d'indagine chiamata "Last Call", coordinata dal procuratore Roberto Rossi e dal sostituto procuratore Marco Dioni, è stata condotta dal Nucleo Investigativo Carabinieri di Arezzo. Dietro la morte del 26enne Luca Moretti, la cui salma fu rinvenuta il 29 giugno 2018, in avanzato stato di decomposizione, c'era un pericoloso sodalizio criminale guidato dagli albanesi, composto per o più da pregiudicati che aveva aggredito con sistematicità e radicamento la Valdichiana aretina, determinando l'escalation del consumo di cocaina nella provincia. Purtroppo il nesso di causalità tra la morte del giovane e l'assunzione di droga non è stato possibile, per le condizioni deteriorate del corpo che non hanno consentito di sviluppare risultati attendibili in laboratorio. Nonostante ciò i carabinieri hanno raccolto gravi e concordanti elementi a carico degli arrestati. Ricostruite le ultime ore di vita di Luca: il 26 maggio, quando scomparve, durante il pomeriggio acquisto dello stupefacente da albanesi, uno dei quali arrestato con 140 grammi di cocaina suddivisa in dosi. Nel corso della complessa indagine acquisiti elementi inequivocabili sullo spaccio, ma non viene contestato il reato di morte in conseguenza di altro reato. Le droghe cedute dal gruppo erano cocaina e marijuana, con smercio in provincia di Arezzo e non solo. Preziose le informazioni fornite da testimoni. Settanta i carabinieri che hanno cinturato le vie di accesso alle abitazioni degli indagati, quindi sottoposto a perquisizione le case anche con l'ausilio di cani antidroga di Firenze. In Albania l'Arma con l'ausilio dell'Interpol e la polizia albanese ha localizzato un cittadino albanese di 32 anni che dopo la morte di Luca Moretti era rientrato nel suo Paese. E' in attesa di estradizione. E' il cognato di uno degli altri spacciatori. Dodici complessivamente le persone indagate, recuperati 155 grammi di cocaina e sequestrati 10 mila euro in contanti. Si stima che il gruppo abbia piazzato nel tempo alcuni chilogrammi di droga. I tre catturati tra Arezzo e Cortona sono stati associati al carcere di Arezzo, la donna è ai domiciliari.