Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Aretino dell'anno: i venti candidati. Si vota con il tagliando

Luca Serafini
  • a
  • a
  • a

Aretino dell'anno, parte la votazione per decretare il personaggio del 2019. E' la nona edizione dell'iniziativa del Corriere di Arezzo. A scegliere sono i lettori. Si inizia con una griglia di venti nomi proposti dalla redazione, ma nella prima settimana potranno essere aggiunti candidati diversi. Nel corso del mese di dicembre si procede poi per successive selezioni, in base alle preferenze che giungeranno, fino allo sprint finale con la proclamazione del vincitore. Quest'anno si comincia con la commozione per la morte, avvenuta di recente, dell'Aretino dell'Anno 2015, Angolo Tavanti, luminoso esempio di volontariato. Con lo spirito di sempre, di cogliere le intenzioni della “base” degli aretini, nostri lettori, ecco i venti nomi, in odine alfabetico: DON DANIELE AREZZINI, parroco della Pieve di Sant'Eugenia al Bagnoro, finita sotto un metro di acqua nell'alluvione di luglio, simbolo della tenacia e dell'amore con cui gli aretini hanno resistito al fango e alla calamità che ha avuto anche effetti tragici. Attaccamento a territorio e cultura, con l'urgenza di una difesa del suolo. DANIELE BENNATI, campione di ciclismo che ha scritto pagine importanti nella sua brillante carriera, terminata proprio quest'anno, complice un infortunio. Le braccia alzate sotto l'Arco di Trionfo al tour, l'immagine più bella. Un atleta che rappresenta lo sport pulito ed elegante. FAUSTINA BERTOLLO, impegnata nel volontariato come presidente delll'Associazione Crescere, che si distingue sempre più con un crescendo di iniziative coinvolgenti a fianco dei ragazzi con disabilità. Esempio positivo e virtuoso di solidarietà in chiave moderna per il bene degli svantaggiati, che pure hanno preziose risorse. SANDRA BIANCHI, la premessa è che non aretina, ma fiorentina. Tuttavia la manager chiamata come amministratore unico nella delicatissima fase di crisi di Arezzo Fiere e Congressi, ha svolto un ruolo incisivo e determinato per scongiurare il peggio, prefigurando un futuro importante per le fiere orafe, così vitali per il distretto, con la cessione a IEG. FEDERICA BRILLI, campionessa italiana di Pesca Sportiva nel 2018, quest'anno è stata ai mondiali della disciplina in Sud Africa. Fin da piccola affascinata da ami e lenze, con le sue imprese ha portato in primo piano uno sport solitamente poco in vetrina. OLIMPIA BRUNI, maestra vetraia con laboratorio in Borgunto, è sua la splendida lancia d'oro della Giostra del Saracino di giugno: una delle più belle mai viste. Artista e storica dell'arte, ha realizzato il trofeo dedicato a Pietro Benvenuti (insieme all'intagliatore Francesco Conti) con l'effetto di un gioiello unico. In vetro decorato. LORENZO CAMPUS Il ventenne di Subbiano che ama la storia della seconda guerra mondiale, va a caccia di reperti e lettere dei soldati, studia e cerca di arrivare ai discendenti di quei militari ai quali in fondo tutti dobbiamo qualcosa. Come il canadese che lasciò lo zaino sull'Appennino e Lorenzo è riuscito, decifrandolo, a rispedirlo alla figlia del soldato. ROMANO CARLETTI Il nonno di Montemignaio balzato agli onori della cronaca perché ogni giorno percorre sessanta chilometri per accompagnare a scuola un ragazzino cieco. Quando l'altruismo è uno stile di vita, diventa notizia che fa riflettere su generosità e sostegno reciproco. FAUSTO CASI, anima del Museo dei mezzi di comunicazione che nel cuore di Arezzo sempre più si propone come attrazione culturale, tra oggetti in mostra permanente ed eventi. Una passione personale messa al servizio della città. GIANLUCA CIRIGNONI In realtè è un consigliere comunale di Citerna, quindi umbro, ma nel corso dell'anno con le vivaci manifestazioni di protesta ha continuamente acceso l'interesse sui problemi della E45 e della Due Mari. Manifestazioni con scheletri/manichini e slogan. DAVIDE FRONDAROLI Ange della Polizia locale del comune di Arezzo, nel corpo a corpo con un bandito, nel quartiere “caldo” di Saione. si è procurato la frattura di una gamba. Rappresenta l'impegno quotidiano dei vigili urbani e di tutte le forze dell'ordine per una vita che sia più sicura, fondata sul rispetto delle regole. KAME Camilla Gianni, con il video “Sbaglierai con me”, ha fatto centro. Tante visualizzazioni del promettente brano. Una piacevole sorpresa in campo artistico, musicale per la precisione. MARJORIE LAYDEN Imprenditrice americana, nonché filantropa, ha conquistato il cuore del sindaco Alessandro Ghinelli, diventando nel 2019, di fatto, la first lady di Arezzo. Nozze in vista a primavera. ANDREA LAURENZI giornalista aretino presidente dell'Associazione Autismo un'associazione di volontariato onlus nata nel 2015 dalla volontà di alcuni genitori per costruire una reale rete territoriale. Una realtà sempre più presente nel territorio. RINALDO NOCENTINI Come il collega Bennati, espressione del grande ciclismo made in Arezzo, ha concluso nel 2019 una carriera di grande spessore, con la maglia gialla indossata ripetutamente, otto tappe, al Tour de France 2009. PAU DEI NEGRITA Frontman dei Negrita, ha aperto il 2019 aretino con l'esibizione sul palco di piazza Sant'Agostino, con il gruppo si è esibito a Sanremo MASSIMILIANO RICCIARINI giornalista enogastronomo, quindici anni fa ha cominciato a studiare il fenomeno del cibo di strada in Italia. Nel 2008 ha coagulato un gruppo di operatori e appassionati in una associazione che lo promuove: Streetfood, marchio che è garanzia di qualità dei cibi di strada.  DON MARCO SALVI, da parroco di Anghiari a vescovo ausiliare di Perugia. Una figura di religioso riconoscibile e capace di parlare alle anime. Segretario della Conferenza episcopale umbra, porta i valori condivisi dalla fede del popolo nelle gerarchie della Chiesa. ANDREA SCANZI Giornalista e scrittore, sempre in primo piano. Dal Cazzaro Verde ai Pink Floyd, quello che Scanzi reinterpreta, che sia cronaca, politica, musica o altro, diventa materia fruibile e godibile, in chiave critica. FRANCO VACCARI Fondatore e presidente dell'Associazione Rondine Cittadella della Pace. Lo studentato di Rondine spicca sempre più come esempio di dialogo ecumenico ed interreligioso, guardato con crescente interesse dal governo italiano, dall'Unione europea e dalla Chiesa. ALBO D'ORO Nelle precedenti edizioni, i vincitori sono stati. 2011 Roberto Fiorini, del Giardino delle Idee; 2012 Umberto Zerbini, patron dell'Arezzo Football Academy; 2013 Pasquale Giuseppe Macrì, medico legale, uomo di cultura, ex assessore padre di Icastica; 2014 Mario Agnelli, sindaco di Castiglion Fiorentino; 2015 Angolo Tavanti, leader dei ‘cinghialai' Calcit, trascinatore nella solidarietà; 2016 Pier Luigi Rossi, primo rettore Fraternita dei Laici; 2017 Gabriele Minelli (motociclista aretino alla Dakar); 2018 Andrea Bartemucci (professore campione italiano di ultracycling)