Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Crisi edilizia, dichiarata fallita la cooperativa Arci Casa

Luca Serafini
  • a
  • a
  • a

Il tribunale di Arezzo ha dichiarato il fallimento della cooperativa Arezzo Casa. La decisione è scattata in seguito all'istanza dell'Agenzia delle Entrate, come passaggio inevitabile dopo la risoluzione del concordato preventivo omologato nel 2012. E' infatti emerso che il piano di restituzione delle spettanze ai creditori ha subito variazioni nei tempi e negli importi rispetto a quanto approvato al tempo. Questo è avvenuto a causa della crisi del mercato immobiliare. Nonostante siano stati venduti tutti gli alloggi di Arci Casa, la realizzazione non è stata pari a quanto inizialmente preventivato. Ricavati due milioni, di cui un milione e 600 mila euro per i creditori ipotecari. Nel 2020 previsto il riparto per i creditori privilegiati, che saranno soddisfatti in parte. Nulla per i chirografari. Protagonista di numerose lottizzazioni ad Arezzo e provincia, Arci Casa ha svolto un ruolo importante prima di essere attanagliata dalla crisi dell'edilizia e del mattone. Gli immobili collocati sul mercato nel corso della liquidazione, erano per lo più ubicati in zona Garbasso, vicino al palazzo di giustizia. Ora gli ultimi adempimenti legati alla procedura fallimentare: udienza per lo stato passivo fissata il 26 marzo 2020. Nominato curatore fallimentare il dottor Luca Civitelli, in precedenza liquidatore giudiziale.