Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Il sindaco Ghinelli e il bilancio di fine anno: "Noi, una Giunta Green"

Francesca Muzzi
  • a
  • a
  • a

Spazia dall'ambiente alla sicurezza. Dal sociale allo sport. Il sindaco Alessandro Ghinelli convoca la conferenza stampa di fine anno. Insieme a lui ci sono tutti gli assessori della Giunta che alla fine ringrazierà dicendo: "Fare il sindaco o l'assessore di una città di 100mila abitanti, oggi è una missione". Non parla di futuro, ma affronta tutto quello che è stato il 2019. “In questa ultima conferenza stampa di fine anno del mandato amministrativo - dice Ghinelli - oltre ad approfondire i risultati raggiunti, mi preme prima di tutto ringraziare il segretario generale Franco Caridi, rilevare come la giunta, accanto a me al completo, sia la stessa del 2015 e fare emergere l'unità d'intenti che l'ha contraddistinta. Ogni assessore ha svolto in questi anni un'autentica mission, dedicandovi impegno e dedizione. C'è stata, ad esempio, la staffetta tra me e l'assessore Marco Sacchetti sull'urbanistica e il risultato raggiunto, assai significativo, è la redazione della maxi-variante al piano strutturale e del primo piano operativo, che ridisegnano Arezzo dopo molti anni, durante i quali sono avvenuti cambiamenti sociali ed economici tali da avere reso anacronistica la precedente pianificazione. Oggi restituiamo ad Arezzo un'idea precisa di territorio che si traduce in alcuni principi cardine: no al nuovo consumo di suolo, sviluppo e ricucitura delle aree esterne con quelle centrali, strumenti snelli per lasciare spazio all'iniziativa libera. Come tutte le scelte urbanistiche anche questa ha una dimensione politica molto qualificante che ci porta a toccare tre temi specifici: quello ambientale, quello legato allo sviluppo turistico, l'armonizzazione delle aree cittadine tenendo conto delle singole dinamiche demografiche e antropiche. La commissione assetto del territorio ha stilato un serrato calendario di sedute per l'esame delle 677 osservazioni che si concluderà entro il 31 gennaio 2020. Siamo nei tempi preventivati, come promesso".