Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Ciclismo, Sagan e Contador alla passerella di addio alle corse di Daniele Bennati

Daniele Bennati

Piero Rossi
  • a
  • a
  • a

Non passerà sotto silenzio, a Castiglion Fiorentino, il ritiro di Daniele Bennati dallo sport attivo. Alla soglia dei quarant'anni, nel novembre scorso il ciclista castiglionese ha deciso di scendere dalla bicicletta a causa del suo “mal di schiena”, ed il suo paese natale – Bennati è nato a Castiglioni il 24 settembre del 1980, la famiglia vive nella campagna di Pozzo Nuovo – si prepara a tributare tutti gli onori ad uno dei figli che gli ha dato maggior lustro negli ultimi decenni. Ha tanti amici e tanti tifosi nella sua terra, Daniele Bennati; “in testa al gruppo” proprio Mario Agnelli, il Sindaco particolarmente attento allo sport, amico del campione, al quale ha già tributato onori negli anni passati. E' dell'anno che si è appena concluso la nomina di Daniele Bennati quale testimonial di Castiglion Fiorentino in un progetto legato ad un bando europeo, al quale il Comune ha partecipato arrivando primo. Si tratta di un progetto per la promozione dei valori dello sport e del fair play che ha già visto Bennati prender parte ad alcune iniziative nazionali – al CONI e in altre sedi – in rappresentanza del paese. Ad organizzare le manifestazioni per Bennati, insieme al primo cittadino tanti amici, tanti tifosi, i membri del “Fans club” che lo ha accompagnato negli anni delle corse, delle grandi volate, dei successi in Italia e nel mondo. La notizia dell'addio di Bennati alle gare è abbastanza recente, ma già uno spontaneo comitato dei festeggiamenti si è messo in movimento per organizzare le celebrazioni. Ancora non ci sono date precise né programmi definiti, ma si sa già che saranno marzo e giugno  i momenti clou in calendario. A metà marzo sarà il Teatro Comunale “Mario Spina” ad ospitare un convegno dedicato a Daniele Bennati, con personaggi, storie, racconti, testimonianze, filmati. Si punterà poi decisamente al mese di giugno, all'inizio, subito dopo il Giro d'Italia, per un raduno di campioni del ciclismo, tanti amici che hanno animato con Daniele le grandi corse a due ruote in questi ultimi venti anni. Sarà una passerella per le strade del paese, una sfilata di campioni, molti dei quali sono ancora in attività, che saliranno in bici all'ombra del Cassero per salutare l'amico e il campione. Gli inviti stanno già partendo e ci si aspetta una grande partecipazione. Si parla anche di nomi di prima grandezza, Contador e Sagan, tanto per dirne due. E' stata una carriera di livello assoluto, quella di Daniele Bennati. Parliamo di quegli sportivi che hanno raggiunto il top, come pochi se ne possono annoverare in una comunità come Castiglioni. Bennati nel ciclismo lo si può paragonare a Corrado Viciani nel calcio, a Fabrizio Meoni nelle moto. Professionista dal 2002,  grande velocista, in qusti due decenni il campione castiglionese ha costruito un curriculum di altissimo livello: quasi sessnta successi, tre vittorie di tappa al Giro d'Italia, due al Tour de France, sei alla Vuelta a Espana. Nazionale Juniores e Under 23, per sette volte ha vestito la maglia  azzurra ai Campionati Mondiali professionisti, l'ultima nel 2017. La sua foto parigina con le braccia alzate sugli Champs Elysées è una di quelle che maggiormente hanno inorgoglito gli sportivi castiglionesi.