Cerca
Logo
Cerca
Edicola digitale
+

Arezzo, sesso a scuola su una quindicenne: studente dal giudice ed espulso

Luca Serafini
  • a
  • a
  • a

La porta dell'aula tenuta chiusa, le mani allungate sul corpo di una giovanissima studentessa. Atti sessuali di gruppo. A scuola. E' l'accusa con cui un diciottenne di origini marocchine sta per comparire di fronte al giudice delle indagini preliminari di Arezzo, mentre del giovanissimo complice, originario dell'Est, si occupa il tribunale dei minorenni di Firenze: avrebbe partecipato alla violenza tenendo chiusa la porta della classe con la quindicenne bloccata dentro. Tutto questo mentre si svolgeva l'assemblea d'istituto. E' la brutta storia ambientata a Pieve Santo Stefano. Il caso scoppiò a inizio 2019, ma il fatto era avvenuto l'autunno precedente. Fu il Corriere di Arezzo a raccontare l'episodio oggetto di indagini. Fra pochi giorni, il 4 febbraio, si celebra l'udienza. Secondo la ricostruzione il diciottenne avrebbe baciato la ragazza in bocca, costringendola a subire palpeggiamenti e a compierli. Lo studente venne espulso dalla scuola. L'avvocato Domenico Nucci, che lo difende nel processo penale, impugnò il provvedimento cautelare amministrativo, ritenuto troppo affrettato, in quanto emesso in una fase in cui le indagini, a suo dire, dovevano ancora fare luce sulla circostanza. Secondo la dirigenza dell'istituto onnicomprensivo di Pieve Santo Stefano, di contro, gli elementi acquisiti erano già sufficienti per escludere il ragazzo dalle lezioni. Espulsione legittima. Chiamato a pronunciarsi sulla questione, il Ministero della Pubblica Istruzione non si è ancora espresso. Nel frattempo sono cambiati i ministri, da Marco Bussetti (governo giallo verde di Conte) si è passati al ministro Lorenzo Fioramonti (governo Conte bis, giallorosso), al quale è poi subentrata Lucia Azzolina. Nell'udienza del 4 febbraio il giovane magrebino con il difensore sceglierà se affrontare il processo con rito ordinario oppure accedere a un rito alternativo. La testimonianza della quindicenne è stata acquisita con incidente probatorio.